QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 11°16° 
Domani 21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 23 marzo 2019

Attualità mercoledì 09 gennaio 2019 ore 17:26

Discarica, il Comitato insiste per i carotaggi

E si affida al Consiglio comunale in programma venerdì per avere un nuovo impegno da parte del sindaco Giuliani per carotaggi e centraline



PIOMBINO — Il Comitato Salute Pubblica torna a chiedere l'impegno del Consiglio comunale, questa volta per veder realizzati una volta per tutte i carotaggi presso la discarica di Ischia di Crociano, ma anche aumentare il numero delle 

"Da due anni i cittadini di Colmata, ma sempre più spesso anche cittadini abitanti nei più svariati quartieri della città, avvertono odori nauseabondi; alcuni hanno lamentato bruciori agli occhi e alla gola. Perché la Asl non ha nulla da dire su questo? L’odore poi non è più quello della vecchia discarica Asiu, né è quello di uovo marcio caratteristico dell’acido solfidrico. Quali componenti provocano la puzza che abbiamo imparato a riconoscere? Cosa c’è nella discarica? - di domanda il Comitato - Più volte il sindaco ha dichiarato di essere favorevole all’ipotesi di effettuare i carotaggi per dare risposte a tutte le domande sopra elencate, e di non averlo potuto fare fino ad oggi perché in attesa del via libera dato dalla Procura o dal Prefetto". 

"Ci risulta - hanno aggiunto - che in passato è già stato approvato dal Consiglio comunale un Ordine del Giorno in questo senso e che quindi esiste un impegno ufficiale del sindaco che ad oggi tuttavia non ha avuto alcun seguito. Vista l’urgenza della questione, nelle prossime settimane verranno prese delle decisioni che segneranno in modo irrevocabile il destino della nostra città, ci auguriamo che nella seduta del Consiglio Comunale di venerdì 11 gennaio le mozioni che verranno presentate sull’argomento siano accolte dall’Amministrazione e che alle interrogazioni siano date risposte esaustive. Confidiamo nel fatto che con una delibera circostanziata e accompagnata da una telefonata del sindaco a Procura e Prefetto, questi ultimi non si opporranno alla volontà del Comune di Piombino, fra le altre cose azionista di maggioranza della spa Rimateria che gestisce la discarica", hanno concluso auspicando che dal Consiglio comunale in programma questa settimana possano emergere degli sviluppi per rassicurare i cittadini.

Riguardo le centraline per il monitoraggio dell'aria, il Comitato Salute Pubblica chiede di poterne aumentare il numero visto che la centralina Arpat ha confermato che qualcosa non va.

la centralina ARPAT conferma che qualcosa non va e il Sindaco lo ammette pubblicamente, pur non rendendo pubblici i dati. Pur non ancora pubblici i risultati delle analisi, in una nota del Comune è stato dichiarato un significativo aumento delle emissioni di H2O nel mese di dicembre.

"Ci chiediamo: perché limitarsi a rilevare solo idrogeno solforato con un’unica centralina, che può rilevarlo solo quando il vento tira a favore? Quanto metano, inodore, è presente nell’aria? Perché non monitorare anche gli altri componenti? Ci è stato detto che l’idrogeno solforato è presente in percentuale significativa: cosa vuol dire? A quanto ammonta questa percentuale? Non è strano? Non dovrebbe essere abbattuto dai filtri prima che il biogas (formato soprattutto da metano) sia bruciato dai motori in dotazione della discarica che producono energia elettrica? Non dovrebbe essere bruciato, al limite, dalla torcia? Quanto dell’intera produzione di biogas della discarica di Rimateria ad Ischia di Crociano dunque raggiunge direttamente l’atmosfera senza essere intercettato dai pozzi di estrazione per poi essere depurato e combusto?", domande a cui il Comitato chiede risposte.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Cronaca