comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:51 METEO:PIOMBINO11°17°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 20 ottobre 2020
corriere tv
Coronavirus, Conte firma il nuovo Dpcm: più poteri ai sindaci. Dai ristoranti alle palestre, ecco cosa cambia

Cronaca domenica 24 luglio 2016 ore 16:28

Disposta l'autopsia sul corpo dell'elettricista

Non sono stati riscontrati segni evidenti di schiacciamento sul corpo dell'uomo morto a bordo del traghetto. Rimane sotto sequestro il vano ascensore



PIOMBINO — Sarà l'autopsia a stabilire con certezza la causa della morte di Matteo Arena, il marittimo di 45 anni che questa mattina ha perso la vita a bordo del traghetto "Acciarello" mentre stava facendo manutenzione a un ascensore interno alla nave. 

Sin dall'inizio è stato ipotizzato che l'uomo sia morto a causa di una scossa elettrica che lo ha folgorato, poi non è stato escluso che l'elettricista fosse rimasto schiacciato. Ma né il medico legale, né gli agenti della polizia scientifica avrebbero riscontrato traumi evidenti dovuti a un possibile schiacciamento. 

E' tornata a farsi avanti l'ipotesi della scossa elettrica come causa della morte. Il marittimo si trovava sul tetto della cabina per riparare il malfunzionamento dell'ascensore che mostrava dei problemi già da alcuni giorni. 

L'autorità giudiziaria ha disposto il sequestro del vano ascensore anche per agevolare le indagini dei tecnici della medicina del Lavoro dell'Asl, ma ha consentito al traghetto già dalla tarda mattinata di riprendere la navigazione e assicurare il trasporto passeggeri sulla tratta Piombino-Elba.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità