QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°22° 
Domani 18°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 21 settembre 2019

Politica mercoledì 01 marzo 2017 ore 17:13

Il miraggio di Rebrab, per Ferrari illusioni Pd

Francesco Ferrari in consiglio, foto di repertorio

Ferrari: "Se il Governo ha trovato in un giorno 20 miliardi di euro per le banche, non è velleitario pretendere che trovi una cifra per le bonifiche"



PIOMBINO — Rebrab il salva faccia dei principali attori della politica locale. A pensarlo è il consigliere Francesco Ferrari (portavoce Fratelli d'Italia - AN Val di Corniache critica quanti vogliono far "credere che sia lui l'unico responsabile della crisi profonda di Piombino". 

"Indubbiamente l'investitore che doveva far risollevare le sorti della nostra città ha peccato, facendo solo promesse ed illudendo alcuni grazie a qualche misero foglio chiamato piano industriale. - ha aggiunto il consigliere Ferrari - D'altronde il miraggio di un'oasi nel deserto appare a chi ha sete. La responsabilità più grave, però, c'è l'ha la politica e tutti coloro che, in questi anni, si sono arrogati meriti, come se il problema fosse stato risolto".

A quest'ultimi, la colpa di "aver illuso una città pura sapendo che il progetto di Rebrab aveva falle incolmabili".

Per il portavoce di Frantelli d'Italia sarebbe stato meglio raccontare la verità e valutare ipotesi più credibili anche se meno sensazionali a costo di far riscuotere meno consensi tra le fila del Pd.  

"Arrivati a questo punto, il Governo deve elaborare un piano B, nella malaugurata ipotesi, oramai tutt'altro che remota, che Rebrab si tiri indietro. - ha detto Ferrari - A dire il vero, lo avrebbe dovuto già elaborare da tempo, sin da quando, anche dai banchi dell'opposizione in consiglio comunale, il nostro gruppo consiliare evidenziava le enormi incertezze del progetto e contestava al Pd ed al presidente Enrico Rossi di fare del modello Piombino un successo politico quando ancora niente era definito".

"Ad oggi, l'unico progetto alternativo non può che arrivare dallo Stato; - ha concluso - se il Governo ha trovato in un giorno 20 miliardi di euro per salvare le banche, Mps in testa, non è velleitario pretendere che trovi una cifra (assai inferiore) per attuare una seria e vera opera di risanamento e bonifica di tutti i territori ambientalmente assassinati dalla fabbrica. Solo così potrebbe essere salvata una città intera".

Solo così si potrà volgere davvero lo sguardo al turismo e allo sfruttamento intelligente del territorio, aiutando chi ha già investito in questo settore o ha intenzione di farlo. E, come precisa Ferrari, parlare davvero di diversificazione.



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità