QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°20° 
Domani 12°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 18 ottobre 2019

Elezioni mercoledì 22 maggio 2019 ore 10:05

Politiche e diritti degli animali, parla Ferrari

Il candidato a sindaco di Piombino Francesco Ferrari ha elencato una serie di impegni e proposte per le politiche e i diritti degli animali



PIOMBINO — "A Piombino sono molte le associazioni protezionistiche e le famiglie che vivono con uno o più animali da compagnia o che allevano o detengono quelli che vengono definiti animali da reddito. Il Comune, che ha molte competenze previste dalla legge, si deve porre come centro propulsore, come sostegno e come appoggio, il fulcro imparziale intorno al quale questo variegato mondo deve ruotare e svilupparsi". Così è intervenuto il candidato a sindaco Francesco Ferrari illustrando alcuni aspetti del programma rivolto agli amici a quattro zampe.

"Vogliamo istituire una delega ad hoc per coordinare le politiche e i diritti degli animali e per informare, ascoltare, coordinare e valorizzare il volontariato. Le scelte che il Comune farà in materia dovranno essere condivise con trasparenza da tutte le associazioni, con le loro proposte e le loro critiche: con questo spirito rivedremo i regolamenti comunali attuali. Le iniziative, gli eventi, il canile, le varie colonie feline devono essere aperte a tutti i volontari, alle loro necessità e alle loro proposte e attiveremo campagne per prevenire abbandoni, maltrattamenti, sevizie. Attiveremo collaborazioni con Vigili, Forestale, Asl e Guardie zoofile per controllare condizioni di detenzione e di allevamento e se necessario sequestrare a norma di legge".

"Il Comune - ha aggiunto Ferrari - dovrà, poi, essere assolutamente equidistante rispetto a tutte le associazioni e valuterà con il solo metro dell’interesse pubblico e degli animali le loro proposte. Siamo certi che con l’aiuto prezioso del volontariato piombinese potremo fare molto e riusciremo a creare una serena convivenza uomo – animale nell’ambito urbano e rurale creando spazi idonei e dignitosi dove i proprietari possano portare in sicurezza i loro animali. infine, trasformeremo il canile in un’oasi gestita da volontari e associazioni del territorio, presenti a rotazione e con apertura al pubblico di 12 ore al giorno".

Tra le proposte: "Utilizzeremo i bandi di gara per dare in gestioni tutti i servizi, anche quelli veterinari. Utilizzeremo internet per comunicare l’andamento della gestione e spingere le adozioni, anche a distanza. Attiveremo buoni sconto per quelle famiglie affidatarie da spendere nei negozi per animali del nostro territorio".



Tag

Catania, ritrovata la «biga di Morgantina» rubata dal cimitero monumentale

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità