QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 13° 
Domani 17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 21 marzo 2019

Attualità sabato 11 febbraio 2017 ore 21:19

"Le concessioni in scadenza un problema di tutti"

"I lavoratori di Aferpi e Piombino Logistics hanno comune il fatto di aver firmato una unica conciliazione", così sentenziano le segreterie



PIOMBINO — "La manifestazione di lunedì 13 febbraio non è una iniziativa per pochi e di pochi". Così Fim, Fiom e Uilm hanno annunciato la loro presenza lunedì mattina davanti la portineria Aferpi per manifestare assieme ai lavoratori di Piombino Logistics per le concessioni portuali. 

"Non è giusto catalogarla come una manifestazione di serie B, in questo momento, dove lo stabilimento è fermo con il rischio della chiusura totale. - si legge un comunicato sindacale - L'ennesimo nulla di fatto per quanto riguarda la copertura finanziaria del piano industriale, la palese inadempienza di Rebrab, e il Governo che prova a stringere ma che comunque dilata i tempi fanno sì che si tenga alta la mobilitazione".

E la scadenza delle concessioni portuali, il 15 febbraio, per le segreterie provinciali di Fim, Fiom e Uilm è un elemento specifico che non può passare inosservato tanto meno in secondo piano. "Come non si può nascondere il fatto che a quelle concessioni è legato il destino non solo dei 165 lavoratori di Piombino Logistics, ma di tutti i lavoratori del perimetro dello stabilimento".

Insomma, proseguendo quanto già avviato lo scorso 2 febbraio, i lavoratori di Aferpi e Piombino Logistics, seppur di ragione sociale diversi per volontà imprenditoriali, "hanno comune il fatto di aver firmato una unica conciliazione, hanno dovuto rinunciare a parte del salario per scommettere nel progetto. Come tutti hanno bisogno della continuità produttiva. - e hanno concluso - Tenere insieme tutti non può che non partire da poter scaricare una nave con i lavoratori dello gruppo industriale. Ecco perché non è solamente dare la solidarietà ma è condividere, perché il problema delle scadenze è un problema di tutti".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Lavoro

Attualità