QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14°18° 
Domani 15°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 22 maggio 2019

Attualità sabato 26 dicembre 2015 ore 09:00

Nuovo presidente per l'Ami Giovanni Bovio

ll timone della locale Associazione Mazziniana Italiana passa da Franco Calzolari a Daniele Massarri. Già pronto il primo appuntamenti del 2016



PIOMBINO — Cambio della guardia al vertice dell’Associazione Mazziniana Italiana, Sezione Giovanni Bovio di Piombino. Nel corso dell’Assemblea per il rinnovo delle cariche è stato infatti eletto all’unanimità il nuovo presidente Daniele Massarri e costituiti gli organismi associativi, che saranno operativi dal primo gennaio 2016.

Nel ruolo di presidente, Daniele Massarri succede quindi a Calzolari, anima dell’Ami locale per oltre dieci anni, prima come segretario e poi come presidente, che era giunto alla fine del suo mandato; così come il tesoriere Graziano Romagnani, che è stato poi riconfermato nell’incarico. Nel direttivo sono stati eletti Ilo Razzolini (segretario), Andrea Guitto (segretario org.vo) e i consiglieri Franco Calzolari e Napoleone Gennai, mentre nel collegio dei probiviri sono stati eletti Sergio Filacanapa, Sergio Pescucci, Gabriele Campinoti. Il presidente uscente è stato recentemente eletto “Rappresentante AreeTerritoriali A.M.I.- Area Centro Italia” durante il XXVII Congresso Nazionale dei mazziniani italiani svoltosi a Terni, ed è proprio a questa nomina che sono rivolte le prime dichiarazioni del nuovo presidente Massarri.

“A Piombino noi mazziniani - commenta il neopresidente - tentiamo sempre di organizzare iniziative che, pur restando nella corretta cornice storica, rappresentino un’insolita occasione di riscoperta, destino interesse ed anche divertimento per il pubblico, rifuggendo il più possibile dall’inutile pomposità retorica che spesso accompagna le cerimonie celebrative fino a renderle barbose, pesanti e quindi allontanano la gente. Dovere e compito delle associazioni come la nostra è appunto quello di tenere in ogni modo viva la memoria, per dare così impulso alla ricostruzione di una comune coscienza civile che tuttavia conosca e sia perciò forte delle proprie radici”.

Proprio su questo solco s’inserisce anche la prima iniziativa del 2016, che si terrà il 9 gennaio alle ore 16 alla Saletta Rossa. Attraverso la proiezione del cortometraggio di Maurizio Benedetti, sarà analizzata la nascita musicale dell’Inno Nazionale.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Attualità

Elezioni