QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 13°23° 
Domani 15°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 20 maggio 2018

Politica lunedì 27 giugno 2016 ore 12:08

"Una morte, purtroppo, annunciata"

La Lega invita a rivedere il modello di accoglienza per una vera integrazione e chiede la precedenza per le famiglie bisognose del territorio



PIOMBINO — Sull'omicidio avvenuto al centro profughi di Franciana a Piombino, anche il segretario di Lega Nord Elena Vizzotto interviene sulla vicenda.

"La notizia non è giunta come un fulmine a ciel sereno, - ha detto - anzi, lo riteniamo un fatto preannunciato: troppi infatti gli episodi di violente liti e perfino un precedente accoltellamento verificatisi nel tempo all'interno della struttura. L'uccisione dell'immigrato dimostra come il modello di ospitalità finora adottato sia totalmente inadeguato".

In primis c'è la questione sicurezza minata dal possesso di un coltello da tavola che l'uomo avrebbe potuto usare anche nei confronti dei gestori della struttura, i volontari o contro abitanti dei luoghi limitrofi. Poi ci sono le troppe tensioni tra migranti, legate anche alla diversa religione o ai modi di pensare.

"Va inoltre ricordato - ha aggiunto - che vi è un problema di ordine economico, visto che il centro di Franciana, che attualmente ospita poco meno di 250 profughi, costa alle tasche dei cittadini oltre un milione di euro all'anno, solo per il mantenimento degli ospiti. I cittadini della Val di Cornia, provati da anni di sofferenze economiche, sono stanchi di ascoltare la favola sull'integrazione dei migranti nel nostro territorio, tanto sbandierata dagli amministratori locali Pd e mal sopportano la presenza ingombrante e sempre crescente di strutture del genere". 

Con questi presupposti Lega Nord chiede l'immediata verifica di tutti coloro che occupano i centri di accoglienza e il rispetto delle norme di sicurezza e "giungere alla chiusura dei centri di accoglienza sul territorio, utilizzando gli alloggi ed investendo il denaro a favore di quelle famiglie bisognose del territorio, messe sempre, colpevolmente, in secondo piano e dimenticate dalle amministrazioni in nome di un falso perbenismo che - ha concluso il segretario locale di Lega Nord - alimenta solo le tasche delle cooperative, ma che nulla ha a che vedere con i valori di integrazione, accoglienza e dignità delle persone".



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità