comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:05 METEO:PIOMBINO17°19°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 22 ottobre 2020
corriere tv
Coronavirus, De Girolamo a #Cartabianca: «Sono stata contagiata da mia madre»

Attualità venerdì 25 settembre 2020 ore 16:00

Pagamento Tari, è polemica sulla rata unica

Soldi nel portafoglio

A Sinistra polemizza sulla rata unica. Dal comune fanno sapere che è possibile rateizzare la cifra, oltre alle misure per cittadini e attività



PIOMBINO — "Arriva il primo avviso di pagamento Tari della gestione Ferrari e guarda caso 3 giorni dopo il voto per le regionali. La sorpresa più eclatante è il cambio di marcia sulle modalità di pagamento: da 3 rate, come avveniva in passato, ad un’unica pesante bolletta con scadenza il 16 Novembre. Quindi le famiglie piombinesi, già in buona parte in grandi difficoltà finanziarie, saranno chiamate a metter mano al portafogli in una sola soluzione; novembre sarà un mese tristissimo". A segnalare la questione è l'associazione A Sinistra che chiede all'amministrazione di "emettere un provvedimento che consenta di non applicare sanzioni e interessi nei confronti di quei cittadini che pagheranno la Tari in più rate, ma comunque entro il 31 Dicembre 2020". Decisione ritenuta inaccettabile anche dalla Cgil provincia di Livorno che ha lamentato anche il mancato confronto con il sindacato.

Il Comune di Piombino ha fatto sapere in una nota che era stato disposto il posticipo delle rate della Tari che scadevano a Luglio e Settembre per supportare le attività commerciali e professionali e i cittadini le cui attività lavorative sono state danneggiate dall’emergenza sanitaria, pretendo una unica soluzione di pagamento a Novembre. Dal comune hanno anche spiegato è possibile dilazione il pagamento in più soluzioni con scadenza ultima al 16 Novembre. 

"Il pagamento della Tari in un’unica soluzione a Novembre ci ha permesso di non gravare ulteriormente sull’economia del territorio e permettere alle attività commerciali, produttive e professionali, oltre che alle famiglie, di provvedere al pagamento in un momento di maggiore liquidità”, hanno spiegato l'assessore al bilancio Paolo Ferracci e l'assessora all'ambiente Carla Bezzini ricordano altri provvedimenti in fatto di Tari a favore della cittadinanza. 

"L’importo della Tari 2020 è rimasto invariato rispetto al 2019; si ricorda, inoltre, che l’amministrazione comunale ha disposto l’innalzamento della soglia di esenzione per le utenze domestiche da 8mila a 10mila euro. Per le utenze non domestiche, invece, è stata disposta un’esenzione del 50 per cento sulla quota variabile della tariffa per tutte le attività che hanno osservato la chiusura nei mesi dell’emergenza sanitaria: le attività con codice ateco indicato nei Dpcm, e pertanto chiuse obbligatoriamente, avranno tale riduzione calcolata automaticamente in bolletta, le attività che, invece, hanno deciso di chiudere pur non obbligate dovranno presentare domanda per la riduzione all’ufficio Tari".

Per informazioni l'invito è di contattare gli uffici del Comune preposti allo 0565 63467 oppure allo 0565 63389.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Politica

Attualità

Politica