QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 10° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 20 marzo 2019

Politica giovedì 23 agosto 2018 ore 20:09

L'opposizione chiede un referendum per Rimateria

Due ordini del giorno e una mozione a firma dei consiglieri di opposizione riportano in Consiglio comunale il futuro della discarica Rimateria



PIOMBINO — Un referendum consultivo per la discarica Rimaria, questa è la richiesta delle opposizione in Consiglio comunale a Piombino che hanno formalizzato in due ordini del giorno che saranno presentati e discussi nel Consiglio del 30 Agosto.

I referendum proposti servirebbero a consentire alla popolazione piombinese di esprimersi sull’essere d’accordo o meno sul nuovo progetto di Rimateria che prevede la realizzazione nel Comune di Piombino, e particolarmente nell’area di Ischia di Crociano, di una discarica capace di accogliere 2.500.000 di metri cubi di rifiuti speciali come previsto dalla richiesta di Via presentata il 30 Maggio 2018 alla Regione Toscana. Inoltre, si chiede che la popolazione piombinese possa esprimersi anche sulla cessione, anche parziale, di quote di proprietà di Rimateria a soggetti privati.

I due ordini del giorno sono stati firmati dai consiglieri di opposizione Fabrizio Callaioli (Prc), Carla Bezzini (Un'altra Piombino), Francesco Ferrari (Forza Italia-Fratelli d'Italia), Daniele Pasquinelli (M5s) e Riccardo Gelichi (Ascolta Piombino).

Oltre a questo, durante il Consiglio comunale del 30 Agosto sarà presentata la mozione sempre a firma delle opposizioni con la quale si vuole impegnare l'Amministrazione comunale "ad avviare un percorso partecipativo di trasparenza sul piano di sviluppo di Rimateria: relativo al tipo di governance, di indirizzo rispetto all’Accordo di Programma, sui tempi e le modalità di integrazione con la componente privata, sugli assetti territoriali, sulla emergenza economica, sulla vita stessa della società proiettata in una dimensione gestionale dei flussi di materia del territorio della Val di Cornia".

Il futuro della discarica Rimateria torna ad essere al centro del Consiglio comunale. Le opposizioni anche stavolta hanno fatto scudo, dando voce anche alle richieste, alle preoccupazioni e ai dubbi dei cittadini.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Lavoro

Attualità

Politica