QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 23°25° 
Domani 23°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 17 luglio 2019

Attualità martedì 15 gennaio 2019 ore 15:35

La parrocchia di Riotorto compie 190 anni

In occasione della festa di Sant'Antonio Abate la parrocchia organizza una serie di iniziative per ricordarne la storia. Donate le nuove vetrate



PIOMBINO — Domenica 20 gennaio a Riotorto verrà celebrata la festa patronale dedicata a Sant'Antonio Abate al quale è intitolata la parrocchia del paese.

Seppure la ricorrenza cada il 17 Gennaio la celebrazione solenne ha luogo, come da tradizione, la domenica antecedente o seguente. Il 20 gennaio alle ore 11 è prevista la messa solenne celebrata dal vescovo monsignor Carlo Ciattini che nell'occasione benedirà gli animali e gli strumenti per il lavoro nei campi e le nuove vetrate della chiesa.

Quest’anno la festa si collega a un'altra ricorrenza importante e cioè i 190 anni dall’istituzione della parrocchia intitolata al santo. Dal 1706, infatti, la chiesa si trovava in località Riotorto Vecchio ed era intitolata a Santa Maria; inizialmente si configurò come semplice cappellania e poi come vicecuria autonoma. Nel 1827 venne deciso di provvedere a riparare la chiesa ed elevarla a Parrocchia ma il governo granducale credette opportuno costruire una nuova chiesa, con annessa canonica, nel luogo dove si trova attualmente e nel 1829 il vescovo Giuseppe Maria Traversi istituì la nuova parrocchia sotto il titolo di Sant'Antonio Abate. La parrocchia comprendeva 180 abitanti divisi in 34 famiglie, e la sua giurisdizione spaziava da Pontedoro fino a Follonica inoltrandosi per gran parte del territorio interno e ricongiungendosi al fiume Cornia.

Sia per celebrare la festività del Patrono ma anche per commemorare i 190 anni di istituzione della Parrocchia, l'associazione Cultura e Spettacolo Riotorto ha fatto dono alla chiesa di tre vetrate istoriate.

Le due vetrate collocate dietro l'altare, già montate, raffigurano la Madonna del Frassine e Sant'Antonio Abate mentre il Rosone frontale, in fase di realizzazione, raffigura l'Orifiamma o Cristogramma di San Bernardino da Siena.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Politica