QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 17°22° 
Domani 18°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 17 giugno 2019

Politica lunedì 10 luglio 2017 ore 19:00

Salvare Villamarina? Botta e risposta tra sindaci

Massimo Giuliani

Il sindaco Massimo Giualiani e l'assessora alla Sanità Margherita Di Giorgi replicano al sindaco di Suvereto sulla questione sanità



PIOMBINO — “Lavoriamo per il rafforzamento dell'ospedale di Villamarina e per la risoluzione delle criticità”, parola del sindaco Massimo Giuliani e dell'assessora Margherita Di Giorgi sulla paventata chiusura del punto nascita a Piombino (leggi l'articolo correlato).

La risposta è diretta al sindaco di Suvereto Giuliano Parodi che, in una nota, aveva sollecitato tutti i sindaci a battersi contro il depotenziamento del presidio ospedaliero piombinese (leggi l'articolo correlato).

"Riteniamo demagogiche e preoccupanti le affermazioni rilasciate alla stampa dal sindaco di Suvereto Giuliano Parodi in merito al presidio ospedaliero di Villamarina. – hanno affermato – In questi anni, pur essendo preoccupati per i tagli alla sanità e al sociale operati da Stato e Regione, abbiamo elaborato proposte per difendere il presidio ospedaliero di Villamarina, oggetto di nostre varie visite e confronti nei mesi scorsi, e portato avanti il processo di unificazione delle due Società della Salute della Val di Cornia e Val di Cecina, due aspetti che il sindaco Parodi sembrerebbe conoscere solo superficialmente".

Occasione questa per fare il punto della situazione. "Per quanto riguarda l’ospedale di Piombino è in corso il consolidamento delle attuali specialistiche presenti e, al contempo, l'incremento delle nuove. A maggio 2016 in radiologia sono stati installati due nuovi apparecchi radiografici, di cui uno dedicato agli esami radiologici ambulatoriali, l’altro dedicato alla radiologia del pronto soccorso. Questi apparecchi ci danno la possibilità di effettuare esami prima non possibili. Da circa un anno – proseguono – vengono effettuate sedute di colonscopia virtuale; in più, dal mese di gennaio 2017 è arrivato un medico esperto in senologia che ha attivato l’attività di biopsie eco guidate, permettendo alle pazienti la possibilità di effettuare un iter diagnostico completo a Piombino, senza dover andare a Livorno".

"Inoltre, - hanno aggiunto i due esponenti politici piombinesi - la scelta lungimirante di unire le due zone di Piombino e Cecina, al contrario di quello che pensa Parodi ha permesso di consolidare il nostro presidio ospedaliero, in termini di personale e di servizi, rispetto ad un anno fa".

Per quanto riguarda l'emodinamica e il punto nascita? Da Piombino rispondono al sindaco suveretano. "Sulla possibilità di creare il reparto di emodinamica a Piombino sono in corso approfondimenti con l’assessore regionale Stefania Saccardi che tra l'altro ne ha parlato di recente nel corso di un convegno a Cecina: una scelta che ci auguriamo sia confermata ufficialmente. Altra questione critica, che negli anni non abbiamo mancato di seguire con attenzione, è rappresentata dal punto nascita per il quale abbiamo chiesto all'assessore Saccardi di continuare ad impegnarsi con il Ministero per richiedere il mantenimento di questo servizio, nonostante le ultime novità in merito, non limitandosi ad applicare la normativa governativa ma tenendo conto di tutti i limiti infrastrutturali e logistici che sconta la nostra città oltre che della strategicità del punto nascita in un ambito comprensoriale vasto e composito".

Sulle liste di attesa rimangono le criticità, ma da parte della Regione ci sarebbe in atto un lavoro di abbattimento  dei tempi attraverso convenzioni con il privato sociale.

Sul fronte strutturale, invece, entro la fine dell'anno partiranno i lavori per la nuova realizzazione del parcheggio di Villamarina.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Attualità

Lavoro