QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 11°14° 
Domani 22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 17 ottobre 2017

Politica lunedì 07 agosto 2017 ore 10:18

Sanità, il Pd incontra la Saccardi per Villamarina

La direzione Pd ha prodotto un documento che tratteggia gli aspetti critici dell'ospedale di Piombino nella convinzione della sinergia con Cecina

PIOMBINO — La direzione del Partito Democratico ha incontrato l'assessora regionale alla Sanità Stefania Saccardi. Con il documento si tratteggiano gli aspetti che riguardano le sorti dell'ospedale di Piombino. 

Di risposte, però, non ne sono emerse. Piuttosto sono stati sottolineati gli aspetti e i relativi dubbi e preoccupazioni sui primariati, sulla difesa del Punto nascita e sul reparto di Emodinamica.

Al vaglio anche la sinergia tra gli ospedali della Val di Cornia e della Bassa Val di Cecicna che, secondo il Pd, avrebbe evitato di ridurre il presidio piombinese a poco più di un pronto soccorso. Per quanto riguarda le specialistiche come otorino, oculistica e urologia viene chiesta la possibilità di organizzare le prestazioni in modo da poter offrire nel territorio non solo ambulatori, ma una maggiore attività chirurgica di bassa e media complessità per evitare che siano solo i pazienti della Val di Cornia a doversi spostare per accedere alle prestazioni.

Tra gli aspetti salienti tratteggiati nel documento, in Utic viene considerato opportuno il ripristino dell'impiantologia di pacemaker. Sul reparto di Emodinamica bisogna approfondire ancora molti aspetti, primo tra tutti quello dell'impiego di risorse per garantire il servizio nell'ospedale di Piombino e al tempo stesso il rispetto dell'ora d'oro per il paziente colpito da infarto del miocardio acuto. 

Infine, fra le richieste del Pd ci sono anche il trasferimento del Pronto soccorso nel tentativo di superare le criticità che oggi ha e l'attenzione per il Servizio psichiatrico di diagnosi e cura. Sul mantenimento del Punto nascita ancora forti dubbi.

Tag