QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°21° 
Domani 18°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 19 ottobre 2019

Attualità giovedì 14 luglio 2016 ore 16:44

Troppi incendi, ecco le regole da rispettare

Vi sono delle norme ben precise da rispettare per evitare che semplici azioni possano far danno. Dal 1 luglio al 31 agosto massima attenzione



SAN VINCENZO — La Regione Toscana ha pubblicato le norme per l’accensione di fuochi nel periodo estivo per far fronte al rischio di incendi.

In questo periodo è consentita esclusivamente l’accensione di fuochi per la cottura di cibi in bracieri e barbecue situati in abitazioni o pertinenze, nelle aree attrezzate, nel rispetto delle prescrizioni, oppure l’accensione di fuochi per esigenze personali in zone che siano ad oltre 50 metri dai boschi.

Non è consentita, invece, l’accensione di fuochi per esigenze personali nei boschi e nella fascia di 50 metri dai boschi; è vietato bruciare residui vegetali nei boschi, nei castagneti, nella fascia di 50 metri dai boschi e ad oltre 50 metri dai boschi.

In deroga a tali regole il Comune di San Vincenzo fa sapere che si potranno autorizzare o meno lo svolgimento di manifestazioni che prevedano l’uso di fuochi anche pirotecnici e l’attività in campeggi anche temporanei. Le autorizzazioni dovranno comunque contenere le necessarie prescrizioni e precauzioni al fine di evitare rischi di incendio.

La mancata osservanza dei divieti comporta l’applicazione delle sanzioni previste dalle vigenti disposizioni in materia. Nei periodi a rischio, nel bosco e aree assimilate dei Comuni a rischio particolarmente elevato per lo sviluppo di incendi boschivi, viene applicata una sanzione di 2.066,00 euro mentre nel bosco e in aree assimilate dei Comuni a rischio non particolarmente elevato la sanzione è di 240,00 euro. Nei periodi non a rischio, ovunque, viene applicata una sanzione di 120,00 euro.

Per chi in genere brucia i residui lignei provenienti da tagli boschivi, interventi colturali, fitosanitari, residui di potatura e ripulitura, questo deve essere fatto entro i 250 metri dal luogo di produzione ed essere effettuato in piccoli cumuli non superiori a 3 metri stesi per ettaro al giorno. Il mancato rispetto farà scattare la sanzione mediante denuncia all'Autorità giudiziaria.

Per evitare che si possano originare dei veri e propri incendi si consiglia di non bruciare residui vegetali in caso di vento o in periodi ad altro rischio incendio; per chi fa un picnic è vietato accendere fuochi in luoghi differenti dalle apposite aree attrezzate, non abbandonare rifiuti nel bosco e non gettare mozziconi di sigaretta dall'auto.

Si ricorda, infine, che sono attivi i numeri per segnalare i principi d'incendio: 800425425 della Regione, il 1515 del Corpo forestale e 115 dei vigili del fuoco.



Tag

Meloni a Roma: «Cinquestelle stretti in auto blu come sardine in salamoia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità