QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 16°24° 
Domani 16°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 22 settembre 2019

Attualità lunedì 12 settembre 2016 ore 14:25

Ci sono i soldi per il primo lotto della 398

Una volta esecutivo, il progetto passerà in conferenza dei servizi. La realizzazione della strada dallo svincolo al Gagno è attesa da anni a Piombino



PIOMBINO — La comunicazione è avvenuta direttamente dal vice ministro alle Infrastrutture e Trasporti Riccardo Nencini, il quale ha informato il sindaco di Piombino Massimo Giuliani che nell'aggiornamento del piano plueriennale Mit/Anas 2016/2020 sono presenti 25 milioni del Mit e altri 25 della Presidenza del Consiglio. I primi 25 sono già disponibili, mentre l'altra metà è presente come Fondo Unico nell'esercizio finanziario 2018.

In base al nuovo Codice degli Appalti, recentemente entrato in vigore, occorrerà per prima cosa trasformare il progetto definitivo dell'opera, che il Comune ha da tempo consegnato ad Anas, in esecutivo, poi vi sarà il passaggio in conferenza dei servizi per la sua approvazione, quindi si esprimeranno prima il CIPE e infine la Corte dei Conti. Tutti questi passaggi richiederanno probabilmente circa un anno di tempo, ma sono ineludibili con la nuova normativa. Contemporaneamente l'Autorità Portuale, con le risorse derivanti dai ribassi delle aste sui lavori effettuati, realizzerà la bretella di collegamento dal Capezzolo, dove arriverà il primo lotto della 398, sino alle nuove banchine del porto.

“Si tratta di un grande risultato che è stato reso possibile dalla forte determinazione e sinergia tra vari attori con i quali abbiamo collaborato e che ci sono stati vicini", ha commentato a caldo il sindaco Massimo Giuliani riferendosi al vice ministro Necini, al presidente Enrico Rossi, la sottosegretaria all'ambiente Silvia Velo, il consigliere regionale Gianni Anselmi e il commissario dell'Autorità Portuale Luciano Guerrieri.

“Con questo primo lotto potremo dare risposte concrete alle problematiche di accesso alla città che la attanagliano da anni e rendere competitivo il nostro porto”. Così il vice sindaco e assessore allo sviluppo economico Stefano Ferrini ha fatto eco al primo cittadino. 

La realizzazione di questa infrastruttura è diventata fondamentale nel corso degli anni per lo sviluppo economico della città e per migliorare i collegamenti in entrata e uscita della città. Con la consegna delle banchine alla Piombino Industrie Marittime e alla General Electric, la 398 rappresenta un nuovo tassello per la competitività del porto piombinese.



Tag

Atreju, Conte accolto da Giorgia Meloni: «Tu pensavi che io non venissi?»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca