QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 21°23° 
Domani 20°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 21 ottobre 2019

Politica martedì 09 agosto 2016 ore 12:43

"Stiamo attenti a dirci onesti da soli"

Foto d'archivio

Beppe Grillo ha aperto la tappa sanvincenzina di Di Battista e non ha esitato a chiamare in causa il Partito Democratico. Nessuna contromanifestazione



SAN VINCENZO — Un Beppe Grillo al veleno ha aperto la seconda tappa del tour di Alessandro Di Battista, il deputato del Movimento 5 Stelle che in scooter attraverserà l'Italia per promuovere le ragioni del no al referendum costituzionale di ottobre.

Un'apertura al veleno che non ha risparmiato i vertici nazionali del Partito Democratico, che proprio dalla Val di Cornia con il ministro Maria Elena Boschi aveva aperto la campagna referendaria per il sì alla riforma della Costituzione. 

"Stiamo attenti a dirci onesti da soli", così Beppe Grillo ha aperto la seconda tappa del tour #iodicono di Alessandro Di Battista del Movimento 5 Stelle (leggi gli articoli correlati). 

"Quando uno parla sempre di onestà la gente pensa che poi in fondo non lo sia. - ha continuato Grillo - Bisogna farselo dire 'sei una persona onesta' e noi ce lo faremo dire da tutti i cittadini italiani e noi ci faremo anche applaudire, amare anche da questo partitino che ha sempre governato queste cittadine, il Pd". Il video integrale dell'intervento è stato pubblicato sui social.

E sempre dai social il presidente della Federazione Pd Val di Cornia Elba ha tenuto a precisare che nonostante la tappa sanvincenzina di Di Battista per dire no al referendum non c'è stata alcuna contromanifestazione come avvenuto il 2 giungo in piazza Gramsci mentre il ministro Bosco e i suoi sostenitori erano al teatro Metropolitan.

"Né io né altri del Pd e nemmeno nessun sindaco o (ex sindaco) del territorio iscritto al Pd saremo a contromanifestare, - ha scritto in un post sui social Valerio Fabiani - diversamente da quanto accaduto in occasione della nostra iniziativa per il sì con il ministro Boschi. Diceva Voltaire 'non condivido le tue idee ma mi batterò fino alla morte perché tu possa esprimerle', non è solo una questione di stile, si chiama democrazia. Quella parola di cui tanti sono bravi a riempirsi la bocca ma molto meno bravi a rispettarla e attuarla. Quel principio su cui si fonda quella Costituzione che lorsignori dicono di voler difendere".



Tag

Lucio Presta: «Io allenatore di Renzi? Ho curato solo le scene» - Il videoracconto della Leopolda 10

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Sport

Attualità