QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°22° 
Domani 18°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 21 settembre 2019

Attualità lunedì 01 aprile 2019 ore 11:50

Piano operativo, presentate le linee guida

Tre gli assi principali: recupero del patrimonio edilizio, risposte precise al settore turistico e rispetto del vincolo di consumo di suolo



SAN VINCENZO — Presentato il nuovo Piano operativo di San Vincenzo nell'ambito di un'assemblea organizzata venerdì scorso presso la saletta comunale. A fare il punto l'assessore all'Urbanistica e Attività produttive Massimiliano Roventini.

"Il piano operativo è stato redatto tenendo conto delle prescrizioni del piano strutturale seguendo tre assi principali: recupero del patrimonio edilizio esistente, sviluppo dei servizi per il turismo e rispetto del vincolo di consumo di suolo rimanendo all'interno del perimetro del territorio urbanizzato", è stato spiegato durante la riunione

Come spiegato durante la riunione è stato fatto un censimento del patrimonio edilizio esistente e ogni comparto è stato classificato nelle categorie che vanno da C1 a C8: nella C1 ricadono gli immobili storici per i quali è ammesso solo il restauro conservativo, in C2 quelli di interesse storico; nella classe C3 ricadono i grandi villaggi turistici e i grandi complessi edilizi; da C4 a C8 si recepisce il Piano casa, con la possibilità di ampliare la superficie edificata del 20 per cento; nella classe C5, le cui superfici possono essere incrementare del 20 per cento, rientrano anche gli immobili residenziali per i quali si chiede il cambio di destinazione a uso turistico, a cui si lega la possibilità di ampliamento delle superfici fino al 50 per cento; si classificano C6 le residenze uni e bifamiliari per le quali si applica il piano casa. Per gli alberghi e le Rta si prevede fino al 25 per cento di incremento della superficie. Nel caso del cambio d'uso da residenziale a turistico ampliamenti fino al 50 per cento. Inoltre, per i C7 e C8 c’è la possibilità di sopraelevare di un piano. È stato anche rivisto il taglio minimo degli appartamenti per la suddivisione passando da un minimo di 65 a 45 metri quadrati.

"Nel Piano operativo sono state date risposte precise al settore turistico con la possibilità di sviluppare e migliorare i servizi delle strutture turistico ricettive e dei pubblici esercizi. - hanno commentato dall'Amministrazione - Con questo piano operativo andiamo a dare delle risposte concrete al comparto dell’edilizia sfruttando al massimo il comparto del patrimonio edilizio esistente e non si può certo dire che si va a speculare sulla costruzione di nuove case. È prevista inoltre una premialità del 10 per cento in termini di superficie edificata per chi utilizza criteri di costruzione di edilizia sostenibile". 

Nel piano operativo c'è anche una scheda che riguarda la previsione del recupero delle ex scuole Fucini per le quali si punta alla demolizione dell'immobile per realizzare una piazza sul mare "che andrà a riqualificare il centro del paese creando finalmente quel collegamento centro/porto auspicato da molti anni. - hanno aggiunto - La realizzazione dell’opera sarà finanziata con il trasferimento di quei volumi edificabili in un'altra area di completamento sempre all’interno del perimetro del territorio urbanizzato di proprietà comunale". 

Il piano operativo verrà adottato in Consiglio comunale il 9 Aprile.



Tag

«Scendi, non ti voglio più!». Le nuove intercettazioni choc di Bibbiano

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica