comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 26°30° 
Domani 26°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 08 agosto 2020
corriere tv
La Gaiola, da discarica abusiva a riserva marina

Politica domenica 12 luglio 2020 ore 10:15

"Servono impegni precisi e concreti per Piombino"

Marco Pellegrini

A parlare è il consigliere Pd Marco Pellegrini che, dopo l'emergenza sanitaria, teme l'arrivo di ben altre emergenze da fronteggiare



PIOMBINO — "E’ necessario parlare del futuro di questo territorio. Sono molte le partite aperte, rispetto alle quali serve un deciso cambio di passo, con l’assunzione di impegni precisi e concreti da parte del governo. I temi della bonifica, di cui si parla da anni, degli investimenti portuali, dell’industria e delle infrastrutture; grandi nodi irrisolti rispetto ai quali la politica, soprattutto a livello nazionale, deve farsi carico esercitando un’adeguata pressione", così ha esordito il consigliere comunale Pd Marco Pellegrini in una nota.

"Sembrano ormai lontani gli anni in cui la città aveva tentato di reagire alla crisi industriale con politiche avanzate di diversificazione economico-produttiva, accompagnate da efficaci scelte urbanistiche e istituzionali: penso alle politiche d’area che hanno sempre contraddistinto le azioni dei 5 Comuni della Val di Cornia e che hanno portato alla realizzazione dei Parchi della Val di Cornia, un grande progetto innovativo di gestione dei beni culturali scaturito dalla volontà di valorizzare la forte vocazione culturale del territorio e del suo importante patrimonio; penso agli importanti restauri e alle aperture del Castello e del museo archeologico, alla realizzazione di una sentieristica su un’area naturalistica di pregio come il promontorio, allo slancio dato alla crescita del settore turistico, anche attraverso la valorizzazione dei prodotti agricoli ed enogastronomici, ai piani per la valorizzazione della costa urbana e a molto altro".

"Una progettazione di alto profilo, che sembra quasi dimenticata. - ha aggiunto - La città sta vivendo adesso una fase di grande smarrimento, in cui la progettazione e il sistema di relazioni messi in campo negli anni passati sembrano essersi dissolti e dimenticati. Non possiamo abbandonare. Ripartiamo dai grandi temi ambientali, perché governare significa prima di tutto farsi carico delle criticità. Ripartiamo dalle nostre vocazioni, e quindi sicuramente natura e ambiente, beni culturali e archeologici, compresa l’archeologia industriale, ma non possiamo dimenticare i temi cruciali senza i quali sarà difficile pensare a una ripartenza: le bonifiche e la ripresa di un’industria moderna e compatibile, il completamento dell’adeguamento infrastrutturale, la realizzazione dei progetti portuali, giusta prosecuzione dei lavori e degli investimenti effettuati negli anni passati".

"Ci auguriamo che la nuova dirigenza di Jsw, e l’arrivo di Carrai possano dare un nuovo impulso in questa direzione, tenendo insieme tutte le questioni in ballo, anche quelle ambientali. Bene quindi la volontà espressa dal neo vicepresidente Jsw di presentare un piano industriale in tempi certi e di fare sinergia con il territorio. Ma allo stesso tempo non possiamo dipendere esclusivamente dai progetti di un imprenditore". 

"Ognuno deve fare la sua parte. Il governo, con i suoi ministri e sottosegretari, deve studiare e stilare piani di emergenza, con impegni precisi e concreti su tutte le questioni aperte. La politica, nazionale e locale, deve fare la sua parte elaborando indirizzi e elaborando visioni e possibilità di azione. - ha concluso -
I discorsi non bastano più: quello che serve è una forte volontà politica di agire in una direzione chiara, per evitare la deriva del territorio".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità