QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 24°26° 
Domani 22°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 20 agosto 2019

Politica mercoledì 30 gennaio 2019 ore 13:16

“Sulle primarie Pd non possiamo tacere”

Il Gruppo 2019 non può non commentare il dibattito aperto dalle due assessore Pd come “far credere che a governare non ci fossero loro”



CAMPIGLIA MARITTIMA — “Nelle primarie del centrosinistra di Campiglia si stanno confrontando due assessori del Pd in carica. Rispettiamo il dibattito interno al Pd, ma non possiamo tacere di fronte a valutazioni che sembrano far credere ai cittadini che a governare non ci fossero loro”, così hanno commentato dal Gruppo 2019 il percorso portato avanti dal centrosinistra per l’individuazione del candidato sindaco tra le due attuali assessore Alberta Ticciati e Viola Ferroni.

“Prima di tutto di fronte alla crisi strutturale in cui il nostro territorio è precipitato da anni e che ha cause molto complesse, mai analizzate dall'amministrazione in carica. - hanno aggiunto in una nota - Al declino di alcuni settori industriali che hanno rappresentato fonte di lavoro e reddito per centinaia di famiglie nel secolo scorso, la politica governate ha risposto con le sole chiacchiere. Nonostante la crisi del settore estrattivo, del comparto edile e del polo industriale piombinese, non si è pensato a nessun piano di riconversione economica in grado di garantire una prospettiva futura ai cittadini. Persino il tessuto commerciale è stato messo in grave difficoltà da scelte improvvisate e mai concertate come l'estemporanea chiusura della Ztl. E si continua a fare scelte contro ogni logica e buon senso come quella di consentire la realizzazione di un altro grande centrocommerciale a Venturina Terme, peraltro nel luogo meno adatto, come la ex Comer, ossia alla terme”.

La lente del Gruppo 2019 è stata posta anche sullo sviluppo dell’agricoltura e del turismo che potrebbero essere messe in discussione dalle scelte portare in fatto di rifiuti e cave.

“Oltre alle chiacchiere, servono scelte coraggiose per garantire lavoro e occupazione. - hanno commentato - Scelte che chi rappresenta il sistema di potere che domina da tempo il nostro comune non ha né la volontà né l'autonomia di compiere. Il cambiamento vero passa da qui, dal coinvolgimento diretto dei cittadini e del tessuto economico nei processi decisionali per dare spazio ai veri punti di forza che possano garantire”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità