QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 25°30° 
Domani 24°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 20 agosto 2019

Politica sabato 13 luglio 2019 ore 13:15

Crisi idrica, M5s: “Potenziare il progetto Rewat”

Giacomo Giannarelli

Il consigliere regionale 5 Stelle Giannarelli a Venturina: “Così la Regione ha messo in ginocchio il settore agricolo in Val di Cornia”



CAMPIGLIA MARITTIMA — “Due milioni di metri cubi di acqua persi ogni anno dal 2014 a oggi in Val di Cornia”, è l’allarme lanciato dal consigliere regionale del Movimento 5 stelle Giacomo Giannarelli a margine dell’incontro avvenuto giovedì mattina presso l’azienda agricola Paggetti arachidi di Venturina, tappa del tour che il consigliere sta affrontando per conoscere da vicino numerose realtà che incarnano l’eccellenza toscana.

“Il progetto Cornia industriale, avviato nel 2007, doveva essere rivisto nel 2014 – ha spiegato Giannarelli – così da utilizzare l’acqua in agricoltura. Abbiamo perso almeno 5 anni per un totale di circa dieci milioni di metri cubi di acqua: una situazione intollerabile: così la Regione ha messo in ginocchio il settore agricolo della Val di Cornia”.

L’esponente del Movimento 5 stelle ha ricordato che l’area interessata è una di quelle “maggiormente penalizzate in Toscana dalla scarsità di acqua. Un danno - ha detto - che ha seri riflessi sui livelli occupazionali. Sì, perché se le imprese agricole non hanno tutte le risorse necessarie a far crescere e prosperare il proprio lavoro non sono in grado di impiegare dipendenti e devono, invece, ridurre, licenziare, dismettere”.

Per il consigliere regionale 5 Stelle non si deve più perdere altro tempo, serve una visione strutturale e strategica per la gestione delle risorse idriche. “In attesa che riparta l’acciaieria a Piombino la Regione deve spingere per un potenziamento del progetto Rewat, un’idea avviata grazie a una stretta collaborazione tra l’istituto Sant’Anna e Asa e che rappresenta un’eccellenza”.

Sull’argomento il consigliere regionale presenterà un’interrogazione alla giunta così da fare piena chiarezza sulla situazione legata alla gestione dell’acqua in Val di Cornia: “Un atto che devo ai cittadini. -ha detto - Depositeremo anche una mozione per impegnare il governo regionale verso il pieno compimento del progetto Rewat in modo da rendere utilizzabili i due milioni di metri cubi di acqua gettata ogni anno. Occorrono immediati investimenti, non chiacchiere e promesse”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Sport

Politica

Attualità