QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14°15° 
Domani 13°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 07 dicembre 2019

Attualità lunedì 16 luglio 2018 ore 23:00

"Forse il sindaco Giuliani non ha del tutto torto"

Il traffico di Piombino

Il Movimento Elba 2000: "Sono gli elbani che devono far diventare il porto l'inizio del territorio elbano. Va utilizzato il contributo di sbarco"



PORTOFERRAIO — E se avesse  ragione anche il sindaco di Piombino  Giuliani? Il parere arriva dall'Isola d'Elba, o meglio dal Movimento Elba 2000, che interviene oggi con una propria nota sull'argomento dei disagi dovuti agli ingorghi sulla strada di accesso al porto di Piombino nei momenti di massimo afflusso turistico verso l'Elba.

"Che Piombino , in passato abbia, in tutti modi, cercato di ostacolare i flussi turistici verso l’Elba ecc non c’è dubbio - scrive Elba 2000 -  l’Autorità portuale, per esempio aveva avuto l’idea di togliere dal proprio sito ufficiale collegamenti marittimi con l’Isola d’elba

Un altro intervento molto significativo lo fece il Comune di Piombino.

Ecco come lo riportava l’Unità del 29 Luglio, 1998:

'Basta col turismo mordi e fuggi: i vacanzieri diretti sul famoso scoglio si fermino ad ammirare le bellezze storiche e naturali di Piombino. Ma come riuscire a fermare le migliaia di turisti che da Piombino si imbarcano per l’Elba consumando sulla terra ferma, al massimo un panino? Se lo è chiesto il consiglio comunale di Piombino, che ha approvato un ordine del giorno in cui si pone l’obbiettivo di intercettare il forte flusso turistico in transito dalla città....'

Nessuno intervenne. Sindaci ,rappresentanti di categorie economiche e politici, nessuno aprì bocca. A parte il Movimento Elba 2000

Su questo punto potremmo continuare, ma le difficoltà attuali sul porto di Piombino sono una cosa diversa e il sindaco di Piombino Giuliani non ha del tutto torto.

Qualsiasi intervento, chiunque lo faccia, dovrà avere come unico fine la soluzione dei problemi che incontrano i turisti che devono arrivare all’Elba. Se l’interesse degli operatori turistici elbani - e anche di tutti gli elbani - è che il turismo funzioni, vuol dire che tutto quello che ostacola i turisti che vengono all’Elba, deve essere rimosso. Ed è sbagliato pensare che lo debba fare il Comune di Piombino.

Se , per un turista , magari con famiglia, la traversata del canale diventa la biblica traversata del mar Rosso, senza l’intervento divino però, la racconterà al suo ritorno la sua disavventura facendo una pessima pubblicità. Chi sente raccontare cose del genere, se decide di venire all’Elba, penserà all’imbarco come un momento difficile e preoccupate. E chi va in vacanza vorrebbe stare tranquillo. Se un certo numero di turisti rinunciano a venire all’Elba, questo danneggia gli elbani e non i piombinesi. Ecco perché sono gli elbani che devono intervenire.

Intervenire in che modo ?

Primo passo : gli imprenditori Elbani , gli operatori turistici,  le istituzioni devono vedere il porto di Piombino come l’inizio del territorio elbano. Se, per fare une esempio, fosse necessario costruire delle strutture, sale d’attesa, un ufficio con personale presente nei momenti di grande traffico, dove il turista potrebbe rivolgersi in caso di emergenze ecc .

Noi crediamo che questi interventi potrebbero essere finanziati con i fondi che i turisti danno per la tassa di sbarco. Credo che non ci sarebbe un solo turista che preferirebbe vedere che suoi soldi utilizzati in altro modo all’Elba. Magari per costruire gabbie per a cani e gatti

Quindi, non un tassa di imbarco a favore del Comune di Piombino , e neanche una percentuale fissa della tassa di sbarco, ma il finanziamento di strutture e servizi sul porto da concordare con lo stesso Comune di Piombino.

In altre parole: una parte dei soldi che il turista paga sarebbero utilizzati per rendergli quel passaggio più agevole, in modo che possa arrivare all’Elba senza problemi. Che poi è quello che tutti vogliamo. Il resto - conclude la nota del  Movimento Elba 2000  - sono polemiche inutili".



Tag

Salvini: «Denunciato da Carola Rackete. E noi la contro-denunciamo»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità