QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 11°15° 
Domani 13°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 21 novembre 2019

Attualità lunedì 24 agosto 2015 ore 11:20

Esposti all'Arpat: Piombino (e Lucchini) su tutti

Il rapporto Arpat sull'attività del 2014 conferma che 19 esposti su 35 totali del dipartimento Piombino-Elba arrivarono a causa della Lucchini



PIOMBINO — Nell'anno 2014 il Dipartimento di Piombino ha ricevuto 35 esposti da cittadini, 5 in meno rispetto al 2013 (40).

Il Dipartimento di Piombino ha competenza territoriale su 13 comuni: Campiglia Marittima, Campo nell'Elba (compresa Isola di Pianosa), Capoliveri, Marciana, Marciana Marina , Piombino , Porto Azzurro, Portoferraio (compresa Isola di Montecristo) , Rio Marina, Rio nell'Elba, San Vincenzo, Sassetta e Suvereto.

Ben 19 esposti, più della metà di quelli ricevuti complessivamente, sono arrivati da Piombino, seguito dal Comune di San Vincenzo (5), Portoferraio (4), Campo dell'Elba (3) Rio Marina (2) e i Comuni di Marciana (riguardante anche Marciana Marina) e Rio nell'Elba con 1 esposto ciascuno.

Un esposto può riguardare più matrici ambientali per cui la somma delle segnalazioni, suddivise per tematiche ambientali, in genere risulta superiore al numero delle segnalazioni pervenute

L'esito degli esposti può essere diverso: talvolta la segnalazione avvia il procedimento di controllo e viene effettuato un sopralluogo sul campo, per lo più entro i 30 giorni, in altre situazioni si fornisce una risposta in base alle conoscenze acquisite nel tempo sulle questioni ambientali segnalate. In altri casi ancora il Dipartimento chiede all'Amministrazione responsabile del procedimento di attivare ARPAT per il controllo.

L'esito delle segnalazioni, per il 2014, è stato il seguente:

  • comunicato sopralluogo in programmazione 1
  • effettuato accertamento - formulate osservazioni 6
  • effettuato accertamento - verificato regolare 10
  • effettuato accertamento - verificato violazione legge 5
  • fornite informazioni richieste 11
  • non di competenza di ARPAT/ trasferito ad altro ente 1
  • richiesto ad ente titolare funzine amministrativa se attivare controllo ambientale 1

Agli esponenti a cui viene comunicato il sopralluogo in programmazione vengono trasmessi, una volta terminato il procedimento, i risultati dei controlli effettuati.

Matrice aria

Nel 2014 la matrice Aria ha registrato il maggior numero degli esposti della Provincia di Piombino, il doppio degli esposti sull'aria del 2013. Sono state 14 le segnalazioni e nel 57, 14% dei casi relative a segnalazioni per la fuoriuscita di fumi, polveri ed odori dall'insediamento produttivo Piombino della Lucchini SpA(8 esposti su 14). Si ricorda come l'Azienda Lucchini nel 2014 abbia operato in regime commissariale che l'ha accompagnata verso la cessazione dell'attività, per cui nel luglio 2014 si e' assistito allo spegnimento dell'altoforno dell'acciaieria e delle colate continue fino alla chiusura della cokeria avvenuta nel mese di agosto 2014.

La Lucchini Spa è un azienda sottoposta ad autorizzazione AIA, controllata da ISPRA con il supporto di ARPAT. Il Dipartimento di Piombino ha contribuito a limitare i disagi lamentati dalla popolazione attraverso il proprio supporto tecnico scientifico e in ogni caso i fenomeni segnalati si sono drasticamente ridotti ad aprile fino a cessare completamente in agosto.

In altri 2 casi si sono avute segnalazioni per fumi e maleodoranze relative all'impianto di trattamento rifiuti della Bastiano Ecologia Srl, uno relativo alla ditta Birra dell'Elba snc: in tutti e due i casi non si sono riscontrate irregolarità,

Il Comune di Portoferraio ha richiesto un controllo su di un attività di ristorazione sulla quale è stato dato il supporto tecnico richiesto.

Si è ricevuta anche la richiesta di controllo nei confronti delle emissioni in atmosfera dei motori dei traghetti MobY. Il Dipartimento ha risposto informando che la verifica sui motori delle navi è disciplinata dalla normativa sul traffico marittimo che individua nella Guardia Costiera l'organo controllore al quale i cittadini devono eventualmente rivolgersi per tale tipo di segnalazione.

Un paio di segnalazioni sono pervenute per le maleodoranze e fumi provenienti dai magazzini del Comune di Piombino, dove sono state esperite attività di abbruciamento di residui vegetali provenienti dai terreni agricoli di proprietà del Comune. Pur riscontrando il rispetto dei dettami del DPGR n.48/R della Regione Toscana sugli abbruciamenti, il Dipartimento ha invitato il Comune a privilegiare altre modalita' per l'eliminazione di tali residui o, in ultima analisi, ad individuare un'area più idonea per le operazioni di abbruciamento.

Matrice rumore

Triplicate le segnalazioni sul rumore. In materia di inquinamento acustico ARPAT non eroga prestazioni direttamente a favore di soggetti privati (art. 12, c.2 LR 30/2009), per cui la segnalazione va inoltrata al Comune territorialmente competente. Il Comune, effettuate le verifiche di competenza sulla regolarità dell’attività dal punto di vista autorizzativo e può attivare ARPAT per le verifiche strumentali.

Dei 9 esposti pervenuti al Dipartimento, 5 hanno interessato rumori provenienti da attività turistico ricettive (bar, ristoranti) per le quali il Comune ha incaricato ARPAT dei controlli, mentre in un caso l'esposto riguardava controversie tra privati, quindi non di competenza.

Negli altri 3 casi i controlli richiesti dalla cittadinanza sono stati nei confronti del rumore da attività produttive collegate ai processi produttivi delle Acciaierie della Lucchini (2) e ad una ditta di movimento terra e trattamento inerti (1).

Matrice acqua

Per quanto riguarda la matrice acqua in seguito agli esposti pervenuti nel 2014, uguali nel numero a quelli del 2013, si sono riscontrate 5 violazioni di legge per scarichi irregolari o abusivi, per lo più di civili abitazioni con sversamento di liquami in fossi e nel mare in varie località balneari (Marciana, Portoferraio, Marina di Campo)

Alcune segnalazioni hanno evidenziato anche delle rotture di allacci fognari privati che sono stati comunicati al Comune ed alla Società ASA in quanto gestore della rete idrica e fognaria comunale per le rispettive competenze.

2 segnalazioni sono pervenute in seguito dell'evento alluvionale del 26 luglio per conoscere l'idoneità della balneazione della zona di Marina di Campo, che in seguito all'evento straordinario è stata oggetto di divieti di balneazione subito rientrati come pubblicato nel sito Web ARPAT.

Per quanto riguarda la causa della moria di volatili e pesci nel fosso Galea nel mese di luglio, la causa è risultata essere stata l'irrorazione di insetticida nel luogo per la lotta alle zanzare.

Matrici rifiuti e amianto

Gli esposti relativi ai rifiuti sono aumentati . In 3 casi ( 42, 85% ) i cittadini hanno segnalato l'abbandono di rifiuti da parte di ignoti nei comuni di Piombino, San Vincenzo e Campo nell'Elba. In seguito a tali segnalazioni il Dipartimento ha effettuato alcuni controlli i cui risultati sono stati trasmessi ai Comuni per la rimozione dei rifiuti risultanti giacenti o su strade urbane o proprietà private.

In altri 2 sono stati richiesti controlli sulla gestione dei rifiuti dei processi produttivi di impianti privati, in seguito ai quali è stata accertata una violazione di legge comunicata alle autorità competenti.

2 esposti sono pervenuti segnalando la presenza diamianto in aree private, entrambi nel Comune di Portoferraio, per i quali il Dipartimento ha prestato il suo supporto tecnico al Comune ed alla ASL, competenti per la loro rimozione.

Campi elettromagnetici

Nessun esposto ha riguardato i campi elettromagnetici.

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata



Tag

Ex Ilva, Conte: «All'incontro con il signor Mittal porterò la determinazione di un paese del G7»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Sport