QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 10° 
Domani -0°11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 20 novembre 2018

Attualità mercoledì 07 novembre 2018 ore 16:24

"Il Governo riconosca lo stato di emergenza"

Lo ha detto il presidente Enrico Rossi rimarcando i danni subiti dalla costa. Le risorse legate all'accettazione dello stato di emergenza



FIRENZE — "Abbiamo stanziato 5 milioni di euro per affrontare i primi interventi urgenti e ci concentreremo sulle coste e sugli arenili con lavori di ripascimento per mettere in condizioni la costa di affrontare in modo adeguato la nuova stagione estiva. Quindi occorre fare presto. E' ovvio che la possibilità di spendere queste risorse è legata all'accettazione dello stato di emergenza nazionale che abbiamo richiesto il 5 Novembre". Lo ha specificato il presidente Enrico Rossi in Consiglio regionale intervenendo nel dibattito sull'approvazione della proposta di legge sugli interventi indifferibili e urgenti legati all'ondata di maltempo di fine Ottobre all'indomani del sopralluogo a Piombino, Follonica e nel grossetano.

"I danni maggiori – ha spiegato Rossi - sono sulla costa, dove, peraltro, i nostri interventi e i finanziamenti fatti in passato sono riusciti a contenere in qualche modo le mareggiate pur straordinarie. Certo è che su tutto il litorale i danni sono stati ingenti e dobbiamo quindi procedere velocemente con i ripascimenti per non compromettere l'economia turistica. Chiediamo quindi – ha detto il presidente - a tutti i consiglieri che fanno parte dell'attuale compagine governativa di impegnarsi per far sì che alla Toscana venga riconosciuto lo stato di emergenza nazionale e una dotazione adeguata di risorse. Se noi mettiamo 5 milioni di euro, il Governo dovrebbe mettere qualcosa in più, almeno per partire. Poi faremo la conta precisa dei danni, ma intanto con queste risorse possiamo dare il via agli interventi prioritari".

Altra cosa i danni all'agricoltura, per i quali si chiede lo stato di calamità naturale al Ministero dell'agricoltura.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità