QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 23°26° 
Domani 24°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 24 agosto 2019

Cultura lunedì 14 settembre 2015 ore 17:33

Mosaico di Vignale, aperte le visite allo scavo

Riparte la campagna di studio dell'università di Siena a sito e mosaico di Vignale, sono aperte le visite e per tutti la possibilità di contribuire



PIOMBINO — 20 archeologi saranno da oggi impegnati al recupero del mosaico di Vignale. Coordinati dal Enrico Zanini e Elisabetta Giorgi faranno parte del progetto "Uomini e cose a Vignale", la dodicesima campagna di studio archeologico intorno al sito piombinese.

E proprio al sito e al mosaico sarà possibile accedere per le visite e contribuire alla raccolta di fondi per lo scavo. "Il progetto “Uomini e Cose a Vignale” – ricordano Elisabetta Giorgi e Enrico Zanini – ha inaugurato la dodicesima campagna di scavo partecipando lo scorso weekend a “le Strane feste di Vignale” organizzate da RioLab. Questo perché portare avanti un progetto di archeologia pubblica e condivisa significa anche prender parte in prima persona alle iniziative proposte dalla comunità locale". 

"Valido il punto informazioni allestito in maniera permanente, per tutta la durata della campagna di scavo, nei locali del frantoio dell’Azienda Tenuta di Vignale – aggiunge Elisabetta Giorgi – la generosa messa a disposizione, da parte dell’azienda, di uno spazio dedicato alle attività giornaliere degli archeologi (laboratorio informatico, spazio per lavaggio, classificazione e studio reperti) sarà utile anche e soprattutto per l’interazione con quanti, turisti e locali, vorranno entrare in contatto con il progetto attraverso video, materiali informativi e pannelli esplicativi". 

"L’equipe – aggiunge l’archeologa – sarà composta pure da studenti delle Università di Roma La Sapienza e Bologna interessati a fare un’esperienza non solo di ricerca archeologica, ma anche di archeologia pubblica, condivisa e sostenibile: “Uomini e Cose a Vignale” è ,in questo ambito, uno dei progetti più significativi a livello nazionale e sta costruendo una rete con altre esperienze simili come quelle di Pilastri di Bondeno (Ferrara) e Trinitapoli-Salapia (Foggia)".



Tag

Chef morto, lo zio racconta: «Andrea si è trovato nel posto sbagliato nel momento sbagliato»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Lavoro

Attualità