QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 10°24° 
Domani 10°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 30 settembre 2016

Attualità venerdì 22 gennaio 2016 ore 09:36

Agevolazioni per le imprese, ecco come fare

Requisiti, norme e scadenze per accedere agli stanziamenti del Governo e della Regione per il rilancio delle attività in Val di Cornia

PIOMBINO — Sono 32 milioni gli euro di incentivi stanziati da parte del Governo (20 milioni) e della Regione (12 milioni) per il rilancio dell'attività imprenditoriale della Val di Cornia.

Ma come fare per accedere a questi finanziamenti? La Cna di Livorno ha incontrato i potenziali soggetti interessati per un workshop.

Fino all'11 febbraio sul sito di Invitalia, aziende e imprese interessate possono presentare le domande per accedere ai benefici economici per le iniziative imprenditoriali realizzate nel territorio dei Comuni di Piombino, San Vincenzo, Campiglia Marittima e Suvereto. La domanda dovrà essere presentata esclusivamente con procedura informatica, utilizzando la piattaforma dell’agenzia dove è presente anche un Contact Form per richiedere qualunque informazione. Requisiti richiesti per accedere ai 20 milioni sono la realizzazione di programmi di investimento produttivo e/o per la tutela ambientale e un incremento occupazionale. Saranno finanziati programmi d’investimento con spese ammissibili di almeno 1,5 milioni e la precedenza verrà data a chi rioccuperà lavoratori espulsi dal sistema locale e senza lavoro. E' prevista una priorità per alcuni ambiti produttivi come l’attività di raccolta e depurazione delle acque di scarico, la raccolta, il trattamento o smaltimento dei rifiuti di origine industriale e commerciale, il recupero dei materiali industriali o commerciali, l’industria alimentare, la logistica, la costruzione di imbarcazioni da diporto e sportive, la fabbricazione di prodotti in metallo e il turismo. 

Dal 20 gennaio, inoltre, è aperta la possibilità di presentare domande per il Protocollo di insediamento della Regione Toscana. L'iniziativa è volta a sostenere progetti di rilevanza strategica regionale, di dimensione significativa e che prevedano un incremento occupazionale. Gli interventi devono consistere in nuove unità locali, in unità locali già presenti sul territorio regionale oppure nella creazione o ammodernamento di infrastrutture di ricerca private. Si tratta di contributi in conto capitale a fondo perduto, prestiti agevolati o garanzie. E’ prevista una procedura negoziale con la Regione e soggetti privati e/o pubblici. Le risorse previste esclusivamente per l'Area di Piombino, comprendente anche San Vincenzo, Campiglia Marittima e Suvereto, sono di 4 milioni di euro. Le scadenze per la presentazione dei progetti di investimento sono 28 febbraio, 30 giugno e 30 ottobre 2016. 

Per l'occupazione, invece, uscirà un nuovo bando in primavera. Sui fondi di garanzia e sui voucher per la microinnovazione, infine, non ci sono riserve di fondi ma ci sono premialità e priorità istruttorie. Il bando per i fondi rotativi per finanziamenti a tasso zero saranno aperti il 1 marzo.

Tag