QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 13°14° 
Domani 14°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 19 maggio 2019

Attualità domenica 25 novembre 2018 ore 12:00

Bocciata la fideiussione di Rimateria

La fideiussione stipulata con Finworld per la Regione Toscana non è valida perché un'ordinanza del Consiglio di Stato l'ha ritenuta inidonea a operare



PIOMBINO — Rimateria ha attivato le procedure per sostituire la fideiussione che era stata stipulata con Finworld. Si tratta della garanzia finanziaria indispensabile per mantenere l’autorizzazione integrata ambientale relativa alla discarica di Ischia di Crociano.

"La decisione - viene spiegato in una nota della società - è stata presa dopo che la Regione Toscana aveva giudicato non valida la garanzia della Finworld perché un’ordinanza del Consiglio di Stato ha dichiarato inidonea a operare la società. Sentenza, questa, pubblicata proprio il giorno seguente al perfezionamento della fidejussione di Rimateria: il dieci Luglio la firma da parte di Rimateria, l’undici Luglio la pubblicazione della decisione dei giudici. Gli uffici regionali hanno interpellato anche la propria avvocatura per capire se fossero comunque valide, sul piano giuridico, le garanzie Finworld emesse in data antecedente alla sua sospensione dall’albo degli intermediari finanziari disposta dal Tar del Lazio. La risposta è stata negativa in ragione degli interessi pubblici. Le conclusioni dell’avvocatura regionale sono state trasmesse a Rimateria in questi giorni". 

Ora Rimateria dovrà procedere alla richiesta di rimborso del premio pagato e all'attivazione di una nuova fideiussione. Rimateria comunque si era già rivolta al proprio legale di fiducia per preparare le contromosse necessarie e ricercare le garanzie sostitutive. Per stipulare una nuova garanzia finanziaria serviranno i tempi tecnici.

Su che fine avessero fatto i 350mila euro prestati dal Comune di Piombino a Rimateria per pagare la fideiussione pesava un'interrogazione comunale presentata dal consigliere Francesco Ferrari arrivata anche in Regione per mezzo dei consiglieri regionali di Fratelli d'Italia e Lega. Anche il Movimento 5 Stelle a Luglio aveva sollevato i dubbi sulla regolarità del procedimento senza però avere risposte.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Elezioni