QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14°15° 
Domani 14°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 11 novembre 2019

Politica domenica 25 novembre 2018 ore 21:29

Fideiussione Rimateria, mozione d'ordine urgente

I pentastellati e le altre opposizioni chiedono risposte chiare in merito alla fideiussione pagata da Rimateria a Finworld a Luglio



PIOMBINO — "Eccoci all’epilogo di un risultato annunciato: la Regione Toscana ha giudicato non valida la garanzia della società Finworld per la polizza fideiussoria pagata da RiMateria". Così anche il Movimento 5 Stelle vuole tirare le somme sulla questione dei 350mila euro prestati dal Comune di Piombino con delibera del 16 Luglio 2018 per sottoscrivere una polizza fideiussoria con la società Finworld spa a garanzia di copertura dei costi futuri di gestione e post gestione della discarica di Ischia di Crociano.

"Tuttavia, l’11 Luglio 2018, il Consiglio di Stato, aveva negato a Finworld l’autorizzazione per l’iscrizione nell’albo degli intermediari finanziari, di fatto vietando il rilascio da parte della società stessa delle fideiussioni. - hanno ricordato i pentastellati - Valerio Caramassi, ex presidente di Rimateria, ha riferito poi di aver ottenuto la polizza fideiussoria di Finworld in data 10 Luglio 2018, cioè il giorno precedente a quello in cui il Consiglio di Stato ha cancellato dall’albo detta società, oggetto di problematiche già dal 2016, anno in cui la Banca d’Italia l’aveva cancellata dal Registro dei Soggetti Autorizzati. In Consiglio comunale però ci è stato spiegato che la somma sarebbe finita nelle casse di Finworld e che le difficoltà finanziarie di Rimateria, se non prontamente affrontate, avrebbero potuto comportare l’impossibilità di contrarre la polizza e quindi portare alla sospensione dell’Autorizzazione Integrata Ambientale, ma la polizza era già stata pagata e rilasciata. Questo è un fatto grave, che significa che ai consiglieri comunali, chiamati ad esprimersi sulla variazione di bilancio, è stata raccontata una cosa diversa dalla realtà, oltretutto con la società Finworld già cancellata dall’albo al momento dell’approvazione della delibera".

Perché la nota diramata da Rimateria riscriverebbe la versione annunciando l'attivazione per sostituire la fideiussione indispensabile per mantenere l'Aia.

"Ma la domanda è: i soldi spesi per pagare la polizza di Finworld saranno recuperati? - si domandano i 5 Stelle - Il mancato recupero di tali risorse costituisce un danno erariale? Se il recupero non avverrà in tempi brevi, è a rischio l’intera Autorizzazione Integrata Ambientale? Tale situazione, costituisce motivo di recesso per il socio privato Unirecuperi, e causa di mancato ingresso dell’altro socio Navarra Spa?".

Domande che in questa fase attendono una risposta. Per questo per il Consiglio comunale di giovedì 29 Novembre il Movimento 5 Stelle presenterà presenterà "una mozione d'ordine anche insieme alle altre opposizioni per avere chiarimenti urgenti in merito a tutti questi quesiti a cui manca una risposta chiara. Occorre - hanno concluso - che sulla vicenda della discarica siano ben presenti le responsabilità di questa Amministrazione comunale, di fronte al Comitato Salute Pubblica e di fronte a tutti i cittadini". 



Tag

I funerali di Fred Bongusto, lungo applauso per l'ultimo saluto all'artista giramondo

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Politica