comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 26°30° 
Domani 21°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 03 agosto 2020
corriere tv
In auto sul nuovo ponte di Genova: «Lavorare in quarantena è stata dura, ma non ci siamo mai fermati»

Politica mercoledì 15 luglio 2020 ore 18:14

Dissidi in maggioranza, chiesto rimpasto di giunta

Giuliano Parodi

Per la Lega, con le scelte di Parodi, "la misura è colma". Per le opposizioni queste contraddizioni che stanno venendo fuori non sono una sorpresa



PIOMBINO — Le recenti dichiarazioni della Lega rispetto alle scelte dell'assessore Giuliano Parodi sugli eventi estivi si traducono in una richiesta di rimpasto in giunta e malumori nella maggioranza.

"La misura adesso è colma, - ha tuonato il commissario in Val di Cornia Sergio Tascini - e questo sbilanciamento deve essere corretto in un modo o in un altro, reputando quindi giunto il momento di un riequilibrio per questa giunta". La Lega, insomma, rivendica il risultato elettorale e la percentuale raggiunta nella coalizione e avanza la richiesta di una maggiore rappresentatività (leggi qui l'articolo completo)

"Siamo alle comiche, in un comunicato contraddittorio, dove si spiega democraticamente che non importa se gli artisti sono di destra o di sinistra però l'importante è che non siano di sinistra, la Lega lamenta la propria frustrazione per essere rimasta senza niente in mano. - hanno commentato in una nota il Direttivo e il gruppo consiliare del Partito della Rifondazione Comunista - Abbiamo capito che tutte le contraddizioni stanno venendo fuori e ci chiediamo con preoccupazione: se anche un calendario musicale diventa un campo di battaglia come faranno il sindaco e la sua maggioranza a trovare una linea unica sulle questioni più importanti e urgenti per questa città  discarica, porto di Salivoli, fabbrica..)? Si arriva perfino a rimpallarsi le colpe degli aumenti delle tasse, ma appare del tutto inutile, adesso, lanciare il sasso e nascondere la mano nel tentativo di guadagnare lo scarso tempo ancora disponibile e perseverare con una ambiguità di fondo irrisolta, non facendo altro che dimostrare chiaramente che le trasversalate non funzionano, mai".

"Se la misura è colma come dice la Lega, - proseguono da Rifondazione - allora che chieda le dimissioni dell’assessore Parodi o esca dalla maggioranza".

Della stessa lunghezza d'onda i gruppi consiliari di opposizione Pd e Con Anna per Piombino che a QUInews Valdicornia commentato: "Era ovvio che la Lega a distanza di tempo avrebbe chiesto una maggiore visibilità e ruolo in questa Amministrazione, vuoi per il contributo alla vittoria alle amministrative, vuoi per la vicina tornata elettorale per la Regione. Dopo la spaccatura in Consiglio, il cartellone degli eventi estivi è stato il facile pretesto per chiedere il conto".

"In merito alle spese previste, leggiamo sulla stampa che sono coperte da sponsor. Su questo - hanno aggiunto - ci riserviamo una verifica, non avendo visto delibere in merito".

Dal Movimento 5 Stelle si smuove il deputato livornese Francesco Berti che in una nota ha sottolineato come l'atteggiamento della Lega sia "chiara dimostrazione che quello stesso partito ha qualche problema con la libertà di opinione, la libertà di stampa e in generale la democrazia". Questo in riferimento alla scelta di inserire in cartellone uno spettacolo del giornalista Andrea Scanzi. "Peccato - ha aggiunto - che dalle parti della Lega dimentichino che le critiche di Scanzi non hanno colpito solo Salvini ma numerosi esponenti politici, tra cui Renzi, Berlusconi e Di Maio, senza poi contare che lo spettacolo che il giornalista porterà a Piombino è uno spettacolo musicale che non ha nulla a che vedere con la politica. Le possibilità sono due: o si tratta dell’ennesima ed infelice uscita di un partito alla ricerca di perenne visibilità mediatica oppure, cosa ancor più grave, è una scusa utilizzata per un maldestro regolamento di conti tutto interno alla coalizione di centrodestra che governa la città e l’unico obiettivo di chiedere più poltrone in Comune. In fin dei conti, - ha concluso Berti - dall’ennesima sparata della Lega, qualcosa di buono potrebbe venirne fuori: l’autogol del partito di Salvini potrebbe trasformarsi in un grande invito per andare tutti a Piombino".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità