QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 13°18° 
Domani 14°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 25 aprile 2019

Attualità martedì 02 ottobre 2018 ore 15:02

Lotta alla morosità, riaperto il bando

Riaperti i termini per richiedere contributi per pagare l'affitto. Proseguono i controlli sull'assegnazione delle case comunali



PIOMBINO — Nell'ambito delle politiche sociali è andato avanti il piano del Comune di Piombino in fatto di lotta alla morosità e qualità sociale. 

L'assessorato alle politiche sociali del Comune di Piombino sta continuando, in collaborazione con l'Agenzia delle Entrate, Guardia di Finanza, Casalp e Polizia Municipale, il programma di controlli sulle assegnazioni delle case comunali per verificare l'esistenza o meno dei requisiti necessari all'occupazione.

Nei giorni scorsi, dal 20 al 27 Settembre, sono stati recuperati altri tre appartamenti in via Sardegna, via Giannutri e via Grosseto, sempre per mancanza di requisiti da parte degli assegnatari; in tutto sono 17 gli alloggi che sono tornati nelle disponibilità dell’amministrazione comunale dall’inizio del programma avviato nel 2017. Questi alloggi rientreranno nel circuito delle assegnazioni, nel momento in cui Casalp avrà fatto le manutenzioni di competenza e li dichiarerà nuovamente disponibili.

Attualmente sono in corso di elaborazione inoltre altri 60 accertamenti, avvii del procedimento, determine di decadenza e ordinanze di sgombero già notificate. Parallelamente c'è un lavoro avviato sugli elenchi di morosità, che ci vengono periodicamente inviati da Casalp e un lavoro che deve essere approfondito e sviluppato sui controlli capillari fatti dalla Polizia municipale e rispetto ai quali si procederà con ulteriori recuperi.

"Continueremo su questa strada - ha commentato l'assessora Margherita Di Giorgi - perché alla base della convivenza civile c’è il rispetto delle regole e il rispetto dei principi fondamentali del vivere comune. L’emergenza abitativa è inoltre una delle nostre maggiori criticità".

Intanto dall'1 al 15 Ottobre sono stati riaperti i termini per ottenere il sostegno al pagamento degli affitti per il 2018 attraverso il contributo regionale, già scaduti il 13 Luglio scorso. Per presentare la domanda basterà essere residente nel Comune al momento della domanda, decadendo per incostituzionalità il requisito che prevedeva la residenza da almeno 10 anni in Italia e almeno 5 nella regione.

Sulla base del decreto Blocca Sfratti per morosità incolpevole, dal 1 Ottobre e fino all’esaurimento delle risorse disponibili, sarà possibile presentare una richiesta di contributo per prevenire l’esecutività degli sfratti nei confronti di affittuari in temporanea difficoltà economica, determinata dalla perdita o dalla diminuzione di reddito.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Elezioni

Elezioni

Elezioni