QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 20°22° 
Domani 20°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 14 ottobre 2019

Attualità martedì 23 aprile 2019 ore 16:10

Regolamento Urbanistico, ultimo step in Consiglio

Ecco i punti all'ordine del giorno discussi dagli assessori Ilvio Camberini e Carla Maestrini. Il sindaco illustrerà la relazione di fine mandato



PIOMBINO — Convocato il Consiglio comunale pre mercoledì 24 Aprile, dalle ore 8,30 in prima convocazione. 

Oltre all'approvazione dei verbali delle sedute precedenti, si procederà alla discussione e approvazione del rendiconto di gestione 2018, della variazione di bilancio di previsione 2019/2021 e all'approvazione dei progetti di bilancio 2018 relativi a società partecipate di maggioranza.

All'attenzione dei consiglieri la seconda fase, quella della presentazione delle controdeduzioni e approvazione definitiva, della variante di manutenzione/adeguamento al vigente Regolamento Urbanistico. In ultimo il sindaco Massimo Giuliani illustrerà la rendicontazione di fine mandato.

L’approvazione entro la fine di questi cinque anni di amministrazione, viene spiegato in una nota dell'Amministrazione, si rende necessaria per consentire il recepimento di quelle modifiche di destinazione urbanistica e normative per gli ambiti extra urbani, che potranno dare un maggiore slancio all’attività turistico ricettiva già dalla prossima stagione. Un iter, quello della Variante, suddiviso in due fasi, che ha avuto inizio nel 2016 con l’avvio di una campagna d’ascolto specifica e con l’obiettivo di rendere più flessibili interventi di ristrutturazione, destinazioni d’uso, correttivi per le attività turistiche.

Dopo l’adozione della seconda fase della Variante, l’11 Gennaio scorso, e i 60 giorni previsti per legge per la presentazione di osservazioni da parte dei cittadini, scadute il 16 Marzo, gli uffici hanno elaborato le controdeduzioni che verranno illustrate al Consiglio dall’assessore all’urbanistica. Diciassette le osservazioni pervenute da parte di privati cittadini, di cui nessuna è stata accolta perché ritenute nella maggior parte dei casi non pertinenti, e una da parte della Regione Toscana. La Regione chiedeva invece chiarimenti/integrazioni tecniche alla documentazione che non hanno introdotto modifiche sostanziali al testo del documento rimasto pertanto in gran parte invariato rispetto alla prima versione portata in consiglio nel gennaio scorso, ad eccezione di alcune modifiche tecniche integrate nella norma.

Per il resto vengono confermate tutte le precedenti modifiche già presentate per questa seconda fase della Variante che riguardano vari ambiti: per il campeggio di Sant’Albinia, ad esempio, per il quale è attualmente aperto il bando di vendita in scadenza il prossimo 30 aprile, si riconferma l’ampliamento di posti letto fino a mille posti escludendo la tipologia ricettiva alberghiera, prevista originariamente dal Ru, e contemplando la sola tipologia del campeggio che presuppone strutture leggere e reversibili. Le modifiche introdotte consentono inoltre di contemplare la possibilità di attuare interventi di riqualificazione complessiva del campeggio esistente anche in assenza di un nuovo piano attuativo.

Per la Costa Est è stata accolta la possibilità di riorganizzare gli ambiti di balneazione esistenti, con una diversa collocazione delle funzioni utilizzando gli stessi volumi. La ratio è quella di poter modificare e disciplinare alcuni interventi, anche in assenza di un piano particolareggiato. Sempre legati all'ambito turismo ci sono le disposizioni per gli sport all’aria aperta; vengono introdotte modifiche e integrazioni alle norme per le aree agricole per consentire la realizzazione di servizi per attività sportive all’aperto. 

Con questo obiettivo è stata introdotta una norma anche per l’area del parco VIII Marzo

Per quanto riguarda il tema delle attività produttive, si interviene, su segnalazione avanzata in fase di campagna di ascolto, per ampliare la perimetrazione dell’ambito produttivo di Montecaselli, includendovi un’area di proprietà comunale di estensione pari a circa mq 2670 attualmente inutilizzata e originariamente destinata alla realizzazione di un centro raccolta rifiuti, per il quale sono state successivamente individuate soluzioni alternative.

Si recepisce inoltre la richiesta del quartiere Populonia Fiorentina di modificare l’At37 di viale Etruria per poter insediare un ambulatorio medico nella frazione.



Tag

Di Maio: «No a qualsiasi forma di patrimoniale»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Politica

Attualità