QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 23°24° 
Domani 21°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 18 luglio 2019

Attualità venerdì 10 maggio 2019 ore 16:36

Plasma Day, l'occasione della prima donazione

Foto di repertorio

Coinvolti gli studenti dell'ultimo anno di 3 scuole superiori piombinesi. Un'iniziativa per sensibilizzare i giovani alla donazione di sangue e plasma



PIOMBINO — Gli studenti dell'ultimo anno di tre scuole superiori di Piombino, Itc Einaudi, Alma Mater e Liceo, saranno i protagonisti dei Plasma Days organizzati lunedì 13 e martedì 14 Maggio dal centro trasfusionale assieme ad Avis per sensibilizzare alla cultura della donazione fra i più giovani. Per molti neomaggiorenni sarà l’occasione per effettuare la loro prima donazione.

Negli ospedali il sangue è una necessità quotidiana. Ogni volta che si verifica una carenza di sangue, diventa drammatica non solo la gestione di eventi eccezionali, come i disastri o gli incidenti, ma anche e soprattutto la quotidiana attività sanitaria che coinvolge la maggior parte degli interventi chirurgici, l'attività del pronto soccorso, le terapie oncologiche contro tumori e leucemie, i trapianti di organo e di midollo osseo. Altrettanto importante è la donazione del plasma, infatti il plasma donato è necessario ai pazienti che vanno incontro a importanti interventi chirurgici, come gli interventi al cuore, nelle emergenze emorragiche del pronto soccorso, per i pazienti in terapia intensiva, o ancora per la produzione di molti farmaci salvavita, come i fattori della coagulazione o le immunoglobuline. 

Chi può donare. Donatore può essere chiunque, uomo o donna, di età compresa tra i 18 e i 65 anni in condizioni di buona salute e con un peso superiore ai 50 chilogrammi. Tutti i lavoratori dipendenti hanno diritto alla giornata di riposo retribuita. Chi dona per la prima volta può farlo esclusivamente dopo aver effettuato un colloquio preventivo con i medici ed esami di controllo pre-donazione. La cosiddetta “donazione differita” ha lo scopo di aumentare la sicurezza trasfusionale per i pazienti e tutelare la salute del cittadino.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità