QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 13° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 17 novembre 2018

Politica martedì 06 novembre 2018 ore 17:45

Rimateria, le opposizioni tornano a dire la loro

Tornare al progetto originario e non vendere le azioni Rimateria. Per le opposizioni queste scelte potrebbero compromettere il futuro del territorio



PIOMBINO — Per le opposizioni è importante inquadrare la situazione del territorio piombinese e capire quale sarà il suo percorso per i prossimi anni. Così Ferrari Sindaco, Ascolta Piombino, Un’Altra Piombino e Rifondazione Comunista hanno firmato una nota.

"Da Wecologistic all’Apea per non parlare del riciclo delle gomme, ma prima di tutto la mega discarica di Rimateria in attesa di Via. - si legge nella nota - In questa situazione, dove il piano industriale, anche se solo accennato ai consiglieri, ha variato di dimensione e prospettiva e non di poco; risulta quindi paradossale che si cerchi di togliere dalle mani pubbliche il controllo dell’azienda Rimateria, determinando il futuro di un’intera città. Le opposizioni chiedono con forza a chi governa Piombino, di ritornare al progetto iniziale, interrompendo la vendita delle azioni. Un progetto che preveda un minimo ampliamento, il vecchio cono rovescio, sufficiente a colmare il debito Asiu, garantire il post mortem della discarica e la messa in sicurezza della Li53; un progetto di ripiego e di responsabilità, vogliamo ricordare causa di un buco di bilancio e una gestione pessima che il Pd ha espresso in questi anni sulla gestione dei rifiuti. 

Chiediamo di rivedere nell’Accordo di Programma la questione del ciclo dei rifiuti legata alle attività di smantellamento e bonifica del Sin, valutandone, in prospettiva, il corretto inserimento di Rimateria.

Chiediamo altresì al sindaco che si attivi, attraverso Rimateria e la Regione Toscana, per dare la possibilità ai lavoratori di Rimateria che ne vogliono fare richiesta, di passare a Sei Toscana, già da subito". 

Non passa in secondo piano la richiesta dei carotaggi. 

"Sarebbe opportuno - hanno concluso - che Rimateria oltre a tenere il suo unilaterale filo diretto con i cittadini, venga in commissione per conferire sulla sua disponibilità economica attuale, il bilancio, sui rimanenti spazi di discarica, sulle prospettive di breve termine, sulla situazione dei lavoratori. Dati che attualmente ci sono completamente sconosciuti".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità