QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 12°12° 
Domani 11°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 26 gennaio 2020

Lavoro lunedì 09 dicembre 2019 ore 15:05

“Molte variabili ma nessuno sarà lasciato solo”

Il sindaco Ferrari ha incontrato le rappresentanze sindacali di Rimateria, ha fatto il quadro della situazione e illustrato le possibili prospettive



PIOMBINO — Nella sala consiliare del Comune di Piombino si è tenuta una riunione tra l’amministrazione comunale, rappresentata dal sindaco Francesco Ferrari, il vicesindaco Giuliano Parodi e l’assessore al Lavoro Sabrina Nigro, e le rappresentanze sindacali dei dipendenti di Rimateria. Hanno assistito alla discussione anche i lavoratori che si erano radunati alle porte del Palazzo comunale per un presidio.

“Ho convocato questa riunione per avviare un percorso di dialogo con i lavoratori dell’azienda e i loro rappresentanti così da spiegare loro ancora una volta le ragioni che mi hanno portato al voto contrario al nuovo piano industriale dell’azienda. - ha detto il sindaco Ferrari - Il futuro di Rimateria si deciderà all’assemblea dei soci che si terrà il 18 dicembre: in quell’occasione, alla luce dei nuovi sviluppi, i soci privati dovranno esprimersi sulla volontà di continuare a investire e, soprattutto, la liquidatrice Asiu Barbara Del Seppia dovrà votare il nuovo piano industriale a nome dell’azienda che rappresenta. Tutte variabili che incidono profondamente sul panorama futuro di Rimateria e dei suoi dipendenti”.

Nonostante queste circostanze, l’amministrazione ha voluto incontrare subito i lavoratori “per intavolare una discussione nell’eventualità in cui dovesse rendersi necessario un loro reimpiego. - ha spiegato Ferrari - La nostra città deve già affrontare le conseguenze dell’alto tasso di disoccupazione e, come ci stiamo impegnando ai tavoli istituzionali per i lavoratori delle altre aziende, altrettanto faremo per quelli di Rimateria: nessuno sarà lasciato solo. Alla luce di questo, non potevo che votare negativamente il progetto: per coerenza, per senso di responsabilità nei confronti dei cittadini che hanno riposto in noi la loro fiducia e per il bene di tutto il territorio che ha bisogno di una nuova visione per rilanciare l’economia. Ciò non esclude che la società Rimateria possa ricoprire un ruolo in questa operazione: se l’azienda deciderà di mettersi in gioco, ripensare il proprio piano industriale in nuova prospettiva, veramente funzionale al territorio e coerente con questa nuova visione sostenibile, si potrà pensare di sedersi intorno a un tavolo e collaborare”.



Tag

Casoria, gruppo di ragazzine accerchia e picchia una coetanea: il video che fa discutere

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Lavoro

Politica