QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 23°26° 
Domani 22°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 20 luglio 2019

Attualità martedì 28 maggio 2019 ore 16:25

Discarica, richiesti nuovi approfondimenti

Il Nucleo di valutazione dell'impatto ambientale riunito il 27 Maggio in Regione necessità di ulteriori approfondimenti prima della Via



PIOMBINO — Il 27 Maggio si è riunito negli uffici della Giunta Regionale il Nucleo di Valutazione dell'impatto ambientale per esprimere il parere tecnico relativo alla progetto promosso da Rimateria nella discarica di Ischia di Crociano. Progetto che prevede tre aspetti: il trattamento e il riciclo in loco delle scorie con impianto mobile su Area Li53, la variante 2 alle opere di chiusura della discarica Lucchini e riprofilatura con la discarica Rimateria, la nuova discarica su Area Li53.

Presenti per il Comune di Piombino era presente in videoconferenza il dirigente Maurizio Poli, in rappresentanza del proponente il direttore di Rimateria Luca Chiti, i funzionari regionali del settore Via, i rappresentanti Arpat e dell'Azienda Usl Toscana Nord Ovest, quest'ultimi in videoconferenza.

Durante la riunione è stata ricostruita la vicenda dal punto di vista tecnico e procedurale, sottolineate le questioni aperte relative alle emissioni odorigene, la regimazione delle acque e gli aspetti legati alla bonifica che a questo punto necessitano di un ulteriore approfondimento. E' stato proprio il direttore di Rimateria Chiti a chiedere di poter rispondere alle diverse questioni sollevate in merito alla natura del progetto e finalizzata a superare gli elementi critici evidenziati nella discussione. La documentazione dovrà essere presentata entro 90 giorni dal 27 Maggio 2019. Parallelamente il settore Via procederà ad effettuare un approfondimento in merito alla presenza o meno di centri abitati a 500 metri dall'impianto.

Per consentire questi approfondimenti i lavori sono aggiornati a una nuova seduta che, come si apprende dal verbale della seduta, sarà fissata successivamente al deposito della documentazione di chiarimento assicurata da Rimateria.

Intanto nei giorni scorsi il Comitato Salutato Pubblica si era detto pronto a un ricorso al Tar per denunciare: la vicinanza ai centri abitati, la mancata presentazione di una Vinca (Valutazione di incidenza ambientale) che rispetti la formulazione standardizzata, la mancata risposta nel merito alle osservazioni del pubblico e degli enti statali e regionali, l’Analisi di Rischio incompleta e viziata da errori metodologici, l’inaccettabile cronologia dei lavori".

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Attualità

Attualità