QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 21°30° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 31 agosto 2016

Attualità martedì 29 marzo 2016 ore 16:34

Si avvicina il referendum sulle trivelle

In Val di Cornia è iniziata la campagna informativa per la consultazione popolare del 17 aprile. Il Movimento 5 Stelle in prima fila per il sì

PIOMBINO — Domenica 17 aprile si terrà il referendum sulle trivelle. La consultazione popolare è stata voluta da Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Veneto, nove regioni (la decima, l'Abruzzo, si è ritirata) preoccupate per le conseguenze ambientali e per i contraccolpi sul turismo di un maggiore sfruttamento degli idrocarburi.

Gli elettori saranno chiamati a scegliere con un sì o con un no le sorti delle trivellazioni entro le 12 miglia dalla costa, cioè a circa 20 chilometri da terra.

Nel quesito referendario si chiede: “Volete che, quando scadranno le concessioni, vengano fermati i giacimenti in attività nelle acque territoriali italiane anche se c’è ancora gas o petrolio?”. Se prevarrà il sì saranno interrotte altrimenti le attività procederanno fino all'esaurimento dei giacimenti piuttosto che alla fine della concessione. 

Mentre si stanno costituendo i coordinamenti No Triv, nel nostro territorio è iniziata al campagna informativa. Il Movimento 5 Stelle di Piombino ha allestito un info point per sostenere le ragioni del sì al referendum. E direttamente da Baratti il Movimento 5 Stelle di Campiglia ha lanciato il suo appello (guardalo a questo link https://youtu.be/DfwRjgJ9T0k). Il prossimo banchetto si terrà il 2 aprile in piazza Gramsci.

Secondo il Ministero dello Sviluppo economico nel nostro mare ci sono 135 piattaforme e teste di pozzo, 92 all'interno delle 12 miglia. Nel 2012 nei mari dell'Unione Europea c'erano quasi 900 piattaforme.

Tag