QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 17°22° 
Domani 17°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 21 giugno 2019

Politica mercoledì 03 aprile 2019 ore 16:54

"Sul porto si dia seguito a quanto approvato"

Stefano Ferrini

A chiederlo è la lista Spirito Libero che ha chiesto di accelerare le questioni legate a Pim, Bhge e le tratte per la Sardegna



PIOMBINO — "Avevamo lanciato con un ordine del giorno l'allarme per lo stallo in cui si trova il porto di Piombino indicando lo strumento per affrontarlo, siamo contenti che il Consiglio comunale ci sia venuto dietro approvandolo all'unanimità". Così Daniele Massarri, capogruppo di Spirito Libero dopo il voto dell'ultimo Consiglio (leggi qui l'articolo correlato)

"Il porto non può rimanere nel limbo in cui si trova, occorre al più presto che i comitati previsti dai protocolli di intesa firmati con Pim e Bhge (General Electric) siano convocati e siano affrontate le problematiche che ritardano od impediscono a queste imprese di insediarsi. - ha commentato Stefano Ferrini, candidato sindaco per la lista civica Spirito Libero - Abbiamo appreso dalla stampa che almeno per Pim le cose sembrerebbe andassero avanti e quindi ne siamo felici, ma dato che l'operazione è complessa occorre che azienda ed istituzioni si mettano intorno al tavolo per capire problemi, tempi e soluzioni, in modo operativo ed indicando chi deve fare cosa e quando. Stessa cosa per Bhge, mentre occorre assolutamente rivedere la questione della tratta Piombino Olbia, attualmente assegnata a Moby, che è stata drasticamente ridotta passando da 10 corse settimanali ad una". Come ha ricordato il consigliere Massarri, nell'ordine del giorno approvato si impegna il sindaco ad attivarsi perché l'Autorità Portuale riveda la concessione chiedendo a Moby di riattivare lo stesso numero di corse precedenti o la revochi cercando altri vettori.

"La Compagnia Portuali, gli ormeggiatori, i piloti, le agenzie marittime e tutti gli altri operatori che lavorano sul porto non possono aspettare oltre, occorre che la politica faccia la sua parte ed adesso ci attendiamo dal sindaco Giuliani le azioni previste dall'Odg approvato", ha concluso Ferrini.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Politica

Attualità