QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 25° 
Domani 21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 23 marzo 2019

Politica martedì 02 ottobre 2018 ore 11:13

Biglietti e abbonamenti, i 5 Stelle fanno i conti

Il biglietto unico per il trasporto pubblico e l'aumento degli abbonamenti ha spinto a intervenire il M5s su possibili riduzioni e lotta ai furbetti



PIOMBINO — Trasporto pubblico e tariffe, a prendere l'argomento è il Movimento 5 Stelle che fa il punto sul sistema di calcolo per il biglietto unico, il furbetti e le ripercussioni in Val di Cornia.

"La nuova tariffa unica del trasporto per mezzo di autobus pubblici, entrata in vigore il 1 Luglio di quest'anno, mette fine a una situazione paradossale che lasciava mano libera, nella determinazione della tariffa, alle 14 diverse aziende incaricate di gestire i servizi nella nostra regione. - hanno spiegato i pentastellati - Questo nuovo sistema di calcolo prevede un biglietto unico di 1,50 euro per il traffico urbano nei capoluoghi di provincia e 1,20 euro per quello in centri minori, con una equiparazione per quanto riguarda le tariffe di quello extraurbano a quelle applicate, per la solita distanza chilometrica, dal trasporto ferroviario; proprio quest'ultimo ricalcolo ahimè ha causato, in larga parte della Toscana, un aumento del costo di viaggio degli utenti extraurbani".

In Val di Cornia, questo aumento è piombato tra capo e collo alle famiglie già colpite da una profonda crisi economica.

"Ci aspettavamo, almeno per quanto riguarda il servizio del trasporto scolastico, se non una deroga temporanea alla legge regionale, quantomeno una corretta e diffusa informazione riguardo alla possibilità di accedere all'abbonamento ridotto per tutte le persone che hanno il certificato Isee inferiore ai 36.152 euro", hanno commentato.

Se da un lato questa revisione del sistema tariffario servirà a finanziare parte delle innovazioni e dei miglioramenti, per i pentastellati sarebbe stato il caso di potenziare il contrasto ai furbetti del biglietto.

"Secondo noi - hanno aggiunto - le cifre necessarie alla modernizzazione dei trasporti potrebbero arrivare tranquillamente, più che da un semplice aumento delle tariffe, da una seria lotta ai famosi e immancabili furbetti. Sicuramente questa lotta dovrà essere portata avanti in maniera seria e costante e non a spot, come quella annunciata anche a livello locale da Tiemme con il sistema Mobility Lab, con il tornello che non si apre e suona la sirena. Peccato - hanno concluso - che non abbia prodotto i risultati ipotizzati, perché al semplice passaggio anche di un biglietto già obliterato, il tornello, come per magia, si apre ugualmente".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Attualità