QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 22°23° 
Domani 21°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 20 giugno 2019

Politica giovedì 28 giugno 2018 ore 18:27

Code e disagi, Spirito Libero dà una soluzione

Siamo solo all'inizio dell'estate ma il problema delle code è già particolarmente sentito. Spirito Libero rispolvera le soluzioni del suo programma



PIOMBINO — L'inizio dell'estate o gli incidenti che bloccano la strada in ingresso e in uscita di Piombino riaprono periodicamente il dibattito sulla necessità di una nuova viabilità extra urbana. Ad aizzare il fuoco anche il recente stop posto dalla Corte dei Conti sul procedimento per la realizzazione della strada 398 (leggi qui sotto l'articolo consigliato).

Nel merito è entrata la lista civica Spirito Libero che rimarca le proposte da sempre presentate in conferenze, gazebo e nelle sedi opportune. 

"Dopo anni e anni, siamo sempre a dibattere le stesse cose tra chi come noi dice che occorre un pacchetto di collegamenti formati dalla Fiorentina-Diaccioni, dalle diramazioni della futura 398, dalla regolamentazione del traffico nella attuale unica strada e chi invece questo splendido isolamento lo vede come un vantaggio. - ha commentato Spirito Libero in una nota - Naturalmente ribadiamo cosa abbiamo sempre detto: la Fiorentina-Diaccioni non deve divenire scusa per costruire sulle colline, basta regolamentarlo. Le diramazioni per la 398 dovranno tenere conto di uno smistamento del traffico Nord-Sud già al momento di uscire da Piombino. La regolamentazione del traffico sulla unica strada, può essere fatto con semafori che facciano usufruire delle tre corsie a seconda delle necessità di aumento dei flussi. Pur ammettendo la necessità di studi tecnici approfonditi e realistici, la risposta ai problemi del traffico in entrata/uscita da Piombino, non può essere il nulla".

E proprio a proposito della strada 398 Spirito Libero chiede che il Comuni attui azioni di protesta eclatante essendo parte lesa. E nell'attesa che i tempi per una nuova strada di accesso e uscita, la lista si domande se si possa davvero: prendere in considerazione la riapertura del tracciato esistente porto-Capezzuolo; considerare la proposta circa la regolamentazione delle corsie in base alla necessità in entrata o in uscita; installare una segnaletica all'altezza della rotonda della Sol che invogli chi entra in città, turisti in anticipo compresi, ad effettuare un percorso panoramico svoltando a destra;

"Siamo una città piccola con i problemi di una grande, il traffico non è più quello di vent’anni fa e stupisce come il resto della Val di Cornia e soprattutto l’Elba non si associno a questo allarme, perché un cattivo servizio in questo caso è cattiva pubblicità sul visitatore che a Piombino è solo di passaggio", ha concluso la lista civica. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Lavoro

Attualità

Attualità