QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 23°26° 
Domani 22°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 15 settembre 2019

Elezioni mercoledì 17 aprile 2019 ore 10:03

Micronido, petizione e campagna elettorale

Foto di repertorio

Il Consiglio d'istituto ha avviato una raccolta firme per mantenere l'uso degli spazi. I candidati sindaci dicono la loro



SAN VINCENZO — Occhi puntanti sul micronido di San Vincenzo, per le cui sorti è stata attivata anche una raccolta firme. Le iscrizioni per l'anno 2019-2020 hanno permesso di attivare la sezione accogliente e per questo il 25 Febbraio il Consiglio d'istituto ha deliberato di chiedere all'Amministrazione comunale la proroga dell'uso del Micronido anche per il prossimo anno e i successivi. Ad oggi, però, l'Amministrazione comunale non è in grado di garantire la concessione del Micronido, prevedendo di far utilizzare altri spazi nella disponibilità dell'Ente. Il Consiglio d'istituto, però, è convinto che gli spazi idonei esistono già e sono quelli dell'attuale struttura ristrutturati ad hoc nel 2012; ecco perché l'invito al Comune a rivedere la sua posizione. Lo si apprende da una lettera firmata da tutto il Consiglio d'istituto che ha avviato una raccolta firme.

L'argomento è stato affrontato da tutti e tre i candidati a sindaco di San Vincenzo: Fausto Bonsignori (San Vincenzo Futura), Luca Cosimi (Svoltiamo San Vincenzo) e Alessandro Massimo Bandini (San Vincenzo c'è) nonché attuale sindaco.

“Il Micronido deve restare un centro con funzioni educative”, ha commentato in una nota il candidato sindaco della lista San Vincenzo Futura Fausto Bonsignori sollevando le sue preoccupazioni per l'ipotesi di cambio di destinazione d’uso a favore di una associazione. "Dopo un periodo di chiusura, negli ultimi anni è stato infatti utilizzato dalla scuola per l’infanzia Gianburrasca che ha attivato un importante servizio con una sezione accogliente rivolta ai più piccoli e agli anticipatari. - ha sottolineato - Riteniamo che la struttura debba continuare a svolgere funzioni educative secondo le esigenze e le conseguenti richieste da parte dell’istituto comprensivo". Le associazioni, secondo Bonsignori, troveranno spazio nel progetto presentato dalla lista per l'ampliamento della Cittadella.

Anche Luca Cosimi è intervenuto in merito rispolverando l'interrogazione presentata nel 2018 in Consiglio comunale proprio per sostenere il mantenimento del servizio micronido a San Vincenzo. "Questo servizio deve continuare a esistere per i nostri bambini", ha commentato il candidato di Svoltiamo San Vincenzo.

Per il sindaco e candidato sindaco Alessandro Massimo Bandini la questione Micronido ha generato "un turbinio di disinformazione messa in campo opportunisticamente da aspiranti sindaci che parassitano una più che legittima raccolta firme proposta dal Consiglio d’Istituto. - ha spiegato - La nostra Amministrazione si è sempre dimostrata sensibile ad ascoltare le esigenze e i bisogni del territorio, soprattutto quando si tratta dei piccoli sanvincenzini e del futuro del nostro paese. E’ necessario chiarire che la priorità spetta alla scuola. Non è stato formalizzato nessun cambio di destinazione d’uso. L' Amministrazione sta cercando in stretta collaborazione con l’Istituzione scolastica una soluzione che soddisfi tutti, partendo però da dati di realtà. La raccolta firme che si sta svolgendo tra i genitori dei bambini merita tutta l'attenzione e il rispetto possibili. Purtroppo la raccolta firme si sta prestando ad una facile strumentalizzazione in questo periodo di campagna elettorale. E' doveroso quindi distinguere tra chi in buona fede mette in campo iniziative propositive e chi, non avendo un sincero interesse a risolvere la questione, crea disinformazione".

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata



Tag

'Chi non salta comunista è', i cori dei giovani della Lega a Pontida mentre parla Salvini

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Lavoro

Sport