QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 13° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 17 novembre 2018

Attualità lunedì 05 novembre 2018 ore 14:00

Cinque artisti ridanno vita all'albero di Cecchino

Il vecchio albero di Cecchino

In mostra i lavori creati con il vecchio olmo che per oltre due secoli ha presidiato l'ingresso al centro storico di Campiglia Marittima



CAMPIGLIA MARITTIMA — Domenica 4 Novembre alle 10,15 al centro civico Mannelli di Campiglia Marittima si potranno vedere i risultati del progetto di valorizzazione della Memoria dell’Albero di Cecchino, l’olmo che per oltre due secoli ha presidiato l’ingresso al centro storico da sotto la Rocca ed è stato testimone e ispiratore di tante storie (leggi qui sotto gli articoli correlati)

Nell’occasione, e in contemporanea con la mostra in corso sui 50 anni dell’Ente Valorizzazione Campiglia, l’amministrazione comunale organizza una piccola cerimonia per inaugurare il posizionamento delle opere, realizzate con parti stesse dell’albero o a esso ispirate, donate a Campiglia da cinque artisti e altrettante opere: Gisella Giovannoni “Battiti d’ali” (installazione di materiali riciclati su un ramo dell’albero di Cecchino), Paola Salvestrini “L’incontro segreto” (dipinto di due innamorati si abbracciato vicino al tronco in equilibrio sul filo della memoria), Fulvio Ticciati “L’albero di Cecchino” (intervento scultoreo del tronco dell’albero per evidenziarne peculiarità), Daniele Toncelli “Le radici della vita” (dipinto che ritrae l’albero dalle verdi fronte verso un rosso tramonto con richiamo ai suoi palpitanti ultimi istanti di vita), Giovanna Maria Vanni “Ciao” (dipinto che drammatizza il tronco cavo dell’olmo con un gioco di luci e ombre).

Presenti oltre alla sindaca Rossana Soffritti e alla giunta anche gli stessi artisti e le persone che a vario titolo hanno collaborato alla realizzazione e all’allestimento della m ostra permanente. In primis Arietto Martelli che negli anni ha saputo valorizzare, anche attraverso ben quattro libri dedicati ai racconti dell’Albero, questo patrimonio di memoria del gigante verde di Campiglia. In un secondo momento sarà allestita una mostra con i lavori e le riproduzioni dei lavori eseguiti dalle scuole di Campiglia sul tema dell’Albero di Cecchino e sarà organizzato un momento di incontro per le scuole.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità