QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 20°20° 
Domani 17°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 19 ottobre 2019

Attualità giovedì 24 gennaio 2019 ore 08:54

Ecco come aiutare la scuola Amici dopo il furto

E' scattata la gara di solidarietà per le donazioni a favore della scuola Amici dopo il furto di computer e tablet. Ecco come fare



CAMPIGLIA MARITTIMA — Dopo il furto alla scuola Amici di Campiglia è scattata l’ondata di solidarietà per aiutare l’istituto a ripristinare la strumentazione portata via dai ladri. Dalla scuola infatti sono spariti portatili e tablet, oltre al materiale elettrico, che permetteva una formazione interattiva degli studenti. 

Ha colpito tutto il paese di Campiglia e tutto il comune il furto ai danni della scuola primaria Amici e in molti hanno già chiesto come poter dare un contributo per l’acquisto del materie trafugato tra il 21 e il 22 gennaio.

Tra questi si è subito attivato l’Ente Valorizzazione Campiglia che ufficializzerà la donazione di 2mila euro nell’assemblea dei soci del 31 gennaio, ma già stanno arrivando altre adesioni come da parte di Avis, Te lo regalo... Piombino, Conad, Coop e Bucciantini. Alcune aziende, inoltre, hanno dato la disponibilità a fornire i materiali elettrici necessari.

Insomma una gara in cui tutti sono primi in solidarietà. Tutti i cittadini, le associazioni, le aziende che vorranno dimostrare la loro solidarietà alla scuola attraverso una donazione potranno farlo attraverso un versamento sul conto corrente bancario dell’Istituto comprensivo G. Marconi con la causale “donazione alla scuola primaria Amici”. L’Iban dell’istituto è IT72S0103070641000000273832 intestato a Istituto Compresivo Guglielmo Marconi via della Fiera 6 Venturina Terme, filiale Monte dei Paschi di Siena Venturina Terme.

“Purtroppo dobbiamo registrare un ennesimo furto ai danni di una scuola. - ha detto la dirigente scolastica Daniela Toninelli - E' un fatto riprovevole che ha profondamente scosso tutta la comunità. Questi gravi episodi danneggiano gravemente in primo luogo i bambini privandoli di materiali e sussidi multimediali che i nostri docenti utilizzano quotidianamente nella didattica qualificando l’offerta formativa. La dotazione di questi strumenti è stata acquisita nel tempo con enormi sacrifici a fronte di una progettazione partecipata: progetti PON, risorse dell’Amministrazione Comunale, donazioni di varie associazioni. Attorno a noi è subito scattata una rete di solidarietà dimostrando grande sensibilità e generosità. Colgo l’occasione per ringraziare fin da adesso tutti coloro che attraverso le donazioni ci sosterranno così da poter acquistare quanto prima tutti gli strumenti necessari per riprendere la normale attività didattica”.

L’Amministrazione comunale e l’Istituto comprensivo ringraziano tutti coloro che si sono già interessati per dare una mano e chi lo farà nei prossimi giorni dimostrando sensibilità e attenzione verso i ragazzi e la loro formazione. Intanto il Comune e la Scuola si sono attivati per velocizzare l’acquisto degli strumenti mancanti e il ripristino della piena funzionalità delle aule.



Tag

Matteo, il bodybuilder «squalificato» alla macchina della verità

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità