QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 18°20° 
Domani 17°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 17 ottobre 2019

Politica domenica 04 febbraio 2018 ore 12:15

"Le idee di Ascolta Piombino ancora valide"

Così il consigliere e portavoce della lista civica Riccardo Gelichi ha presentato i punti cardine del loro programma. Pronti al dialogo con tutti



PIOMBINO — Ha giocato d'anticipo Riccardo Gelichi, consigliere comunale e portavoce della lista civica Ascolta Piombino, che ieri pomeriggio all'Hotel Centrale ha presentato i punti cardine del programma elettorale della lista. Mentre è entrata nel vivo la campagna elettorale per elezioni politiche 2018, la lista civica Ascolta Piombino ritenutasi libera dai sistemi politici ha deciso di iniziare a concentrarsi sul futuro della città.

Per farlo ha analizzato i punti critici del presente, ascoltando le esigenze delle persone, dei comitati, dei giovani e più in generale del tessuto imprenditoriale locale.

"La lista civica è un'idea. - ha detto Riccardo Gelichi - A distanza dalla nostra prima campagna elettorale le nostre sono idee ancora valide. Non mi soffermo sulla questione Aferpi, Piombino per questo deve ancora trovare la migliore soluzione possibile per salvare il salvabile facendo i conti con il mercato. Certo è che la fabbrica non potrà essere l'unica fonte di economia di questo territorio".

Più volte, infatti, la lista civica Ascolta Piombino ha puntato sullo sviluppo della microeconomia diffusa, meglio nota come diversificazione, per superare questa crisi. Illustrando i punti cardine del programma, Gelichi ha strizzato l'occhio al turismo e all'esigenza di una nuova pianificazione urbanistica per poter agevolare il suo sviluppo, alla necessità di aree idonee alla nautica e alla cantieristica e più in generale per nuovi insediamenti. 

Messo l'accento anche sulla necessità del completamento delle infrastrutture, porto e strada 398 in primis, e la necessità di accelerare sulle bonifiche. Aspetti che, come ha spiegato Gelichi, competono al Governo che stanzierà o ha stanziato fondi. 

"Ma cosa può fare una Amministrazione locale? - ha continuato Gelichi - È qui che entrano in ballo le idee di una lista civica che non parla politichese. Dobbiamo rendere fruibili i nostri spazi. Servono servizi. Il territorio può diventare una risorsa. Si può fare tanto e bene non credete a chi dice che vogliamo cementificare tutto".

Alcuni esempi? Migliorare la fruizione della costa urbana, sfruttare il porto a ridosso della centrale Enel come base per le aziende dell'acquacoltura, migliorare la fruibilità del promontorio con camminamenti, piste ciclabili e chioschi. Alcune proposte della lista Ascolta Piombino sono già passate dal Consiglio comunale come la proposta per gli ex licei e il piazzale di Marina (leggi qui sotto gli articoli correlati).

Due i fattori preliminari per innescare il cambiamento promosso dalla lista: il fattore tempo per avviare una vera e propria programmazione che guardi l'intero tessuto economico della città e il fattore sicurezza attraverso un migliore controllo del territorio, proposta anche questa già presentata in Consiglio comunale e non approvata (leggi qui sotto l'articolo correlato).

"Non abbiamo mai smesso di dialogare con le forze politiche e non abbiamo intenzione di smettere. Noi siamo portatori di idee ecco che siamo aperti a qualsiasi confronto", così Riccardo Gelichi ha concluso l'incontro che, a un anno e mezzo dalle elezioni, ha iniziato a scaldare i motori.

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata



Tag

Assenteisti a Catania: il badge timbrato da ragazzini ripresi in video, 48 indagati

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità