QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°22° 
Domani 18°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 21 settembre 2019

Attualità martedì 07 maggio 2019 ore 18:00

Abbandono di rifiuti, avanti con controlli e multe

Proseguono i controlli con ispettori e fototrappole in Val di Cornia. A Piombino confermate le 12 postazioni e altri 5 in arrivo



PIOMBINO — Sei Toscana a fianco dei Comuni con gli ispettori ambientali e le foto-trappole. Questo quanto confermato in un comunicato stampa per fare il punto su sanzioni, informazione ed educazione ai cittadini e alle attività economiche per una corretta gestione dei rifiuti.

Ad oggi i due servizi sono già pienamente operativi in più di 20 Comuni della Toscana del Sud, fra cui Arezzo, Grosseto, Siena e Val di Cornia, con più di 160 foto-trappole, fisse removibili, e con una costante e continua attività di monitoraggio da parte degli ispettori ambientali sul territorio. Inoltre il gestore, su richiesta delle diverse Amministrazioni comunali, sta investendo in nuove tecnologie e strumentazioni sempre più capaci di rilevare, anche e soprattutto in orario notturno, le possibili attività non corrette, in primis l’abbandono di rifiuti in città o nelle zone più periferiche.

Negli ultimi 24 mesi, grazie a questi servizi, è stato possibile emettere quasi 2mila sanzioni a carico dei trasgressori. Tra i casi si segnalano: abbandono dei rifiuti sul territorio o fuori dai cassonetti, conferimento errato nei contenitori per la raccolta differenziata e creazione di discariche abusive.

In provincia di Grosseto e nella Val di Cornia sono 10 i Comuni che hanno attivato sino ad oggi i servizi di foto-trappole e ispettori ambientali svolti da Sei Toscana (Campiglia Marittima, Castagneto Carducci, Castel del Piano, Castiglione della Pescaia, Follonica, Gavorrano, Grosseto, Monte Argentario, Piombino e Suvereto).

A Piombino il bilancio 2018 di questa operazione, come viene segnalato in una nota dell'Amministrazione, si evidenzia un miglioramento complessivo in termini di decoro urbano ed una riduzione degli abbandoni dei rifiuti con conseguenti ricadute positive sui costi per pulizia e ripristini. Risultati che hanno spinto Sei Toscana e Comune a intensificare l’attività di controllo, sia attraverso il lavoro degli ispettori ambientali che attraverso l’uso di telecamere. 

Sono confermate le 12 postazioni di fototrappole già istallate, che verranno implementate con ulteriori 5 postazioni distribuite sul territorio comunale. In aggiunta a queste verrà impiegata una nuova tipologia di telecamera di ultima generazione, per riprese continuative h24, che verrà posizionata periodicamente in tutte le aree soggette ad abbandoni di rifiuti sul territorio. Contemporaneamente sul territorio lavoreranno gli ispettori ambientali su 6 turni diurni effettuati nei mesi di Maggio, Giugno, Luglio e Agosto. Da Agosto 2018 a Dicembre 2018 hanno lavorato 2 ispettori e sono state riscontrate 109 situazioni di abbandono ingombranti e sacchi (le strade più colpite risultano via Portovecchio e via Bruno Buozzi seguite da via Anita Garibaldi, via E. De Nicola, via Giordano Bruno e via provinciale), 69 sanzioni per mancata differenziazione dei rifiuti (le postazioni che sono risultate più attive sono quelle collocate sulla Strada della Base Geodetica e in Via Tagliamento). 

I trasgressori provengono per lo più da Piombino (46 per cento) ma si rileva un significativo fenomeno di migrazione di rifiuti, pari al 50 per cento delle violazioni accertate, dovuto sia alle presenze turistiche nel periodo estivo, sia a conferimenti da parte di utenti dei comuni limitrofi.



Tag

«Scendi, non ti voglio più!». Le nuove intercettazioni choc di Bibbiano

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica