QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 21°25° 
Domani 20°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 21 settembre 2019

Elezioni venerdì 31 maggio 2019 ore 15:27

Ballottaggio, Pasquini e Bertini con Ferrari

Verso il ballottaggio, la neoeletta sindaca di Suvereto Pasquini e il candidato non eletto del Gruppo 2019 sostengono il progetto di Ferrari



PIOMBINO — Mentre i candidati a sindaco di Piombino Francesco Ferrari (centrodestra e civiche) e Anna Tempestini (centrosinistra) si hanno messo a punto le rispettive strategie che li accompagneranno al ballottaggio del 9 Giugno, dalla Val di Cornia arrivano i primi endorsement.

Da Suvereto è la neoeletta Jessica Pasquini a sostenere il progetto di Francesco Ferrari. 

"Ritengo che Francesco Ferrari, con l’ampia e variegata formazione che lo ha sostenuto da destra a sinistra, sia la scelta migliore per il cambiamento. Un sostegno convinto che tiene conto della deriva postdemocratica rappresentanta dal Pd, che non può certo più ergersi a baluardo della democrazia e del buon governo. - ha commentato Pasquini in una nota - Arrivati al ballottaggio ci sono solo due alternative: una di continuità e una di cambiamento, con qualche rischio forse, ma con uno slancio nuovo, con nuove energie, con la rottura di un sistema da troppo fermo e viziato da sistemi clientelari e di partito, con impegni precisi sulla gestione della discarica e di Rimateria, questioni non facili ma su cui è necessario un cambio di marcia, per evitare la distruzione di questo territorio. Da Suvereto e da una rinnovata Piombino potrebbe ripartire, finalmente, una nuova stagione di sovracomunalità, una collaborazione tra tutti i nostri comuni da rivolgere anche a Campiglia, a San Vincenzo e a Sassetta, per ridare alla Val di Cornia delle vere e coerenti politiche di area".

"Perché cambi la Val di Cornia c'è un'ultima occasione decisiva", ne è convinto Nicola Bertini, candidato a sindaco del Gruppo 2019 non eletto a Campiglia Marittima, riferendosi al ballottaggio che si terrà il 9 Giugno a Piombino. "A corto di argomenti dopo aver accompagnato al disastro una città e il territorio che la circonda, non avendo saputo trovare di meglio che accumulare rifiuti speciali da tutt'Italia per bonificare il Sin, e avendo rinunciato a governare i processi di riconversione economica dell'area, il Pd piombinese può parlare solo del fascismo. Mamma mia che paura di perdere un simile modello di democrazia. Datemi del fascista ma il 9 Giugno invito tutti a votare e rivotare Ferrari".



Tag

La moral suasion di Giorgia Meloni alla platea di Atreju per evitare i fischi a Conte

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Politica