QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 11°14° 
Domani 22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 17 ottobre 2017

Attualità lunedì 19 giugno 2017 ore 15:54

"Costruire un ponte tra formazione e lavoro"

Cristina Grieco

Obiettivo ricollocazione nei settori in via di sviluppo. Dal 27 giugno parte il servizio al centro giovani per gli interessati alla formazione

PIOMBINO — Nautica cantieristica, meccanica, turismo, green-economy, acquacoltura e pesca, sono questi i nuovi settori per i quali servirà formare nuovo personale per i progetti futuri che prenderanno piede nel territorio. A sottolinearlo l'assessore allo Sviluppo economico di Piombino Stefano Ferrini e l'assessora regionale alla Formazione Cristina Grieco nell'ambito della Cabina di regia territoriale per l'Accordo di programma dedicata interamente agli aspetti del lavoro e della formazione.

L'assessore Grieco ha presentato tutte le opportunità messe in campo dalla Regione per il settore della formazione. Tra le misure per la formazione continua dei lavoratori sono ancora disponibili 300 mila euro per l'area di Piombino e ne saranno messi a bando ulteriori 530mila. Disponibili, inoltre, i voucher individuali per la formazione e il ricollocamento che prevedono la possibilità per gli inoccupati di avere finanziamenti per seguire corsi riconosciuti. A breve sarà operativo anche il piano integrato per l'occupazione che prevede tre misure integrate assegno di ricollocamento, incentivi all'assunzione, indennità di partecipazione alla misura. "E' fondamentale in questa fase - ha detto Cristina Griseco - condividere obiettivi e sviluppare una rete territoriale: una vera alleanza che possa intercettare al meglio i finanziamenti e costruire un ponte fra formazione e lavoro, armonizzando le esigenze delle imprese con le competenze dei lavoratori". 

Gli interventi finanziati dalla Regione prevedono diverse tipologie di percorsi, finalizzati al reinserimento lavorativo di coloro che sono rimasti senza occupazione. Le azioni formative potranno essere svolte direttamente in azienda, o esternamente e in collaborazione con i centri per l'impiego.

“Con l'assessore Grieco abbiamo definito questa nuova modalità di lavoro che consentirà alla cabina di regia di essere flessibile soprattutto operativa – ha commentato Ferrini - Grazie all'incontro tra pubblico e privato sarà possibile coordinare le esigenze delle imprese con quelle della Regione per la emanazione dei bandi sulla formazione con le relative risorse, introducendo un concetto nuovo di progrtammazione che potremmo definire “partecipata” dai vari portatori di interesse. L'effetto dovrebbe essere una maggiore efficacia nel far incontrare la domanda di lavoro da parte delle imprese e l'offerta di lavoro da parte dei lavoratori o ex lavoratori o semplici cittadini, potendo contare su una formazione professionale effettuata in base alle reali esigenze delle imprese stesse.”

Durante la mattinata, inoltre, è stato presentato il polo SEA, servizio di sostegno per l'educazione degli adulti, finanziato dalla Regione, promosso dalla Provincia di Livorno ed attuato da Provincia Livorno Sviluppo che, dal prossimo 27 giugno, sarà operativo presso il centro Centro giovani De Andrè.

Il prossimo confronto sul tema è stato fissato per il 10 luglio.

Tag