QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 23°29° 
Domani 21°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 20 giugno 2019

Attualità martedì 04 luglio 2017 ore 17:54

Per un cavillo i lavori li pagano i residenti

Foto di repertorio

La via interessata da una perdita d'acqua non risulta essere né pubblica né privata. I lavori di riparazione intanto li pagano i cittadini



PIOMBINO — In questo periodo di emergenza siccità durante il quale si raccomanda di evitare ogni spreco d'acqua, le perdite lungo le strade non vengono per niente digerite. Soprattutto quella in via Fattori a Riotorto dove l'Asia non può intervenire per colpa di un cavillo.

"A maggio 2016 il quartiere Riotorto ha raccolto le segnalazioni dei continui allagamenti di via Fattori ed ha informato più volte, senza esito, l'ufficio Lavori Pubblici, affinché intervenisse con un adeguamento del manto stradale. - hanno riportato dal Movimento 5 Stelle - Ad ottobre scorso, in occasione del sopralluogo dei tecnici del comune, richiesto dal quartiere, ci é stato spiegato che via Fattori era passata anni fa da privata a pubblica, senza considerare che in loco non esisteva la rete di scolo delle acque chiare, alla quale quindi il Comune avrebbe dovuto prima o poi provvedere. Intervento del quale siamo ancora in attesa".  

Poche settimane fa, al verificarsi di una perdita con dispersione di acqua sull'asfalto, il M5s ha scoperto che "Asa non può intervenire nella riparazione, in quanto al catasto tale via non risulta ancora ufficialmente pubblica".

Di fatto, da un controllo dei pentastellati all'Ufficio Urbanistica, la pratica è rimasta bloccata all'Ufficio Lavori pubblici a causa di un cavillo.

"Il Comune ritiene ugualmente dovere di Asa intervenire, in accordo con i residenti, dopo aver verificato la regolarità dell'impianto idrico esistente mentre, nel frattempo, i cittadini, in tutta questa confusione burocratica, hanno dovuto provvedere alla riparazione a proprie spese". 

A questo punto, la richiesta del Movimento 5 Stelle è che il Comune, per la precisione l'Ufficio Lavori pubblici, prenda in mano la situazione "senza riproporci la scusa della mancanza di disponibilità economica. Dopo la destinazione a bilancio di 100.000 euro per l'adeguamento a norma dell'impianto di depurazione della Pinetina, questa giustificazione non è più credibile".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Cronaca