QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 19°21° 
Domani 18°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 20 ottobre 2019

Lavoro domenica 03 settembre 2017 ore 09:56

Jindal, l'altoforno e il nuovo piano per Piombino

Foto di repertorio

Continuano le avance dell'indiano per la fabbrica di Piombino, appetibile base in Europa. Ecco il piano, Rebrab messo all'angolo?



PIOMBINO — Jindal sta accarezzando l’idea di produrre acciaio a Piombino, con tanto di trattative con Rebrab ancora in fasi embrionali. Dal quotidiano Repubblica, però, spunta la notizia di una mossa del ministro allo Sviluppo economico Carlo Calenda dopo che in Aferpi è stato disatteso il primo punto dell’addendum al contratto per il rilancio dello stabilimento piombinese (leggi l’articolo correlato).

Sempre dalle colonne del quotidiano nazionale emerge un quadro più chiaro di quello che l’indiano voglia fare a Piombino con tanto di riaccensione dell’altoforno: 1.800 occupati e 4 laminatoi per 400 milioni di investimenti e una produzione annua di acciaio che raggiungerebbe 3 milioni di tonnellate. Rimangono da chiarire, comunque, molti aspetti specie quello legato all’impatto di una possibile riaccensione dell’Afo, la posizione di Issad Rebrab che ha chiesto 100 milioni per uscire di scena e la questione bonifiche.

Intanto i sindacati attendono da giorni una convocazione al Ministero dello Sviluppo economico per avere lumi proprio su queste nuove avance.



Tag

Meloni a Roma: «Cinquestelle stretti in auto blu come sardine in salamoia»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità