QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 15°17° 
Domani 11°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 14 novembre 2019

Politica giovedì 14 febbraio 2019 ore 10:20

"Ma come è stata gestita questa vendita?"

Se lo è domandato il partito di Rifondazione Comunista che, ricostruendo la vicenda Rimateria, si domanda quali saranno le conseguenza del contenzioso



PIOMBINO — Resta basito il partito di Rifondazione Comunista di fronte agli sviluppi della vendita del secondo lotto di azioni Rimateria. 

"Tutta la guerra che abbiamo fatto contro la cessione del secondo 30% delle quote perché la maggioranza rimanesse pubblica, la richiesta del referendum negata perché tanto il sindaco di Piombino non ha i 2/3 delle quote necessari per opporsi, sempre che avesse voluto votare contro. - hanno ricordato in una nota - Tutta la manfrina, perché questo sembra essere alla fine, fatta dall'Amministrazione approvando in Consiglio lo spostamento della data della cessione per attendere l'esito del ricorso; poi lo scandalo della lettera del legale dove si dice, ma che volete voi la cessione è già da ottobre che è stata fatta. Ora arriva Unirecuperi a voler esercitare il diritto di prelazione sul 30% di Navarra, Navarra che accusa Asiu di aver traccheggiato fino ad ora per consentire ad Unirecuperi di esercitare il diritto di cui sopra e accusa Unirecuperi di buttare sudicio anche nel suo pezzo, detto alla bottegaia, e di voler denunciare tutti amministratori e soci vecchi e nuovi. - e ancora - Rimateria che quando ha propagandato la vendita ha precisato e stra sottolineato che i due 30% dovevano essere assegnati a due privati che non dovevano avere alcun rapporto tra di loro neanche alla lontana, forse per garantire che non facessero cartello tra sé o che non fossero scatole cinesi".

Di fronte a questa situazione l'interrogativo sulle sorti di Rimateria è inevitabile, lecito interrogarsi su "come caspita è stata gestita questa vendita? Ed in che mani, comunque vada a finire, rimarremo? Che dice il sindaco? Questo è il privato, bellezza. E ci stiamo cadendo come pere su tutto, siderurgia, rifiuti. Ci vuole una gestione pubblica delle grandi settori industriali, noi lo diciamo e lo diremo fino allo sfinimento".



Tag

Dolomiti, caos e disagi per la neve

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità