QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 17°33° 
Domani 19°34° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 16 agosto 2017

Attualità lunedì 07 agosto 2017 ore 17:45

Parte la raccolta dell'olio esausto

Il servizio prevede la raccolta e il recupero di olio vegetale di origine domestica attraverso apposite postazioni. In arrivo gli avvisi

PIOMBINO — L'amministrazione comunale, su proposta dall'Assessorato all'Ambiente, ha aderito al progetto di raccolta differenziata di olio esausto presentato da Sei Toscana, avvalendosi dell'azienda Calussi srl di Grosseto.

Raccogliere l'olio esausto è molto importante se si pensa che smaltirlo in maniera errata può provocare danni ambientali e alle stesse tubature. In particolare è altamente inquinante per gli ecosistemi naturali: quattro kg di olio vegetale versati in mare inquinano una superficie d'acqua estesa come un campo da calcio. Le vecchie abitudini di versare l'olio esausto in lavandini o negli scarichi provoca ulteriori costi di manutenzione al depuratori in cui arriva, oltre a intasare le tubature domestiche.

“La raccolta di oli esausti di uso domestico è un altro importante passo verso la raccolta differenziata di maggiore qualità. – ha affermato l’assessore Marco Chiarei – E’ molto utile per l’ambiente intercettare questa particolare tipologia di rifiuto che molto spesso nelle nostre case va a finire negli scarichi. Invece gli oli domestici rappresentano ancora una risorsa, con la possibilità che possa essere rigenerata per molteplici usi".

Aderire all'iniziativa di Sei Toscana, vuol dire far sì che centri commerciali e supermercati del territorio abbiamo dei centri di raccolta olio esausto che potrà essere trasformato in prodotti come saponi, distaccanti per l'edilizia, oli lubrificanti, inchiostri, nuova energia e biodisel.

Fra non molto quindi, i cittadini riceveranno una lettera dove verranno riportati i centri di raccolta individuati nei quali portare l'olio domestico in bottiglie a perdere ben chiuse. La raccolta avverrà con cadenza quindicinale o a secondo delle necessità e a ogni passaggio verrà prelevato il contenitori e ne sarà fornito uno nuovo e satificato. Il servizio non comporta costi aggiuntivi per il Comune.

Tag