QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 21° 
Domani 21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 19 ottobre 2017

Politica mercoledì 11 ottobre 2017 ore 10:29

Tessere Pd, dentro i 309, circoli aperti per loro

Foto di archivio

Circoli aperti per permettere ai tesserati al centro della polemica di perfezionare la loro adesione al Pd. Ma lo scontro è ancora acceso

PIOMBINO — La commissione regionale di garanzia ha stabilito che per le 309 nuove iscrizioni c'è la possibilità di essere regolarizzate. Per questo la commissione territoriale si è riunita per redigere l'elenco delle 309 persone che potranno nei prossimi giorni perfezionale l'iscrizione al Partito Democratico.

Ci sarà tempo fino al 15 ottobre. I circoli dovrebbero essere aperti almeno 6 ore al giorno, sicuramente nella fascia oraria dalle 17,30 alle 20,30.

Resta teso il clima all'interno del Partito Democratico. Durante la conferenza stampa convocata dal segretario uscente Valerio Fabiani, lui stesso ha ribadito il suo punto di vista, già espresso in un post sui social, relativo alla scelta della commissione regionale di garanzia che la dice lunga sulla regolarità o meno di quelle 309 nuove tessere Pd a Piombino (leggi l'articolo correlato).

Da parte di Gianni Anselmi, candidato alla segreteria dell'Unione comunale e al centro della polemica per quei pacchi di moduli arrivati dal regionale, le precisazioni in merito alle interpretazioni del pronunciamento della commissione di garanzia del Pd Toscana. "In realtà chiarezza è fatta su almeno due punti: - ha scritto su Facebook - 309 persone erano state respinte dal partito. Respinte, cacciate, non accettate; solo per effetto del ricorso potranno partecipare al nostro congresso. Non sono state rilevate violazioni dello statuto e del codice etico del partito; chi ha accusato pubblicamente di tesseramento mafioso (sono stati usati altri termini ma la sostanza è quella) dovrebbe ringraziare per la mancata querela e chiedere altrettanto pubblicamente scusa".

Le scuse, però, le vuole anche Fabiani "visto il responso della commissione. "Sarebbe opportuno che chi ha sbagliato chiedesse scusa alle 309 persone e a tutti gli iscritti, dicendo che queste cose non si fanno. Diventa difficile altrimenti anche fare un congresso o stare insieme dopo".

Quindi, da oggi a domenica 15 ottobre le 309 persone intenzionate a iscriversi al Partito Democratico potranno perfezionale la loro iscrizione. Più in generale, il rischio di questo scontro interno è la crescente disaffezione e il timore che questi malumori possano allontanare la politica dai problemi reali della città.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità