QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 15° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 21 novembre 2017

Politica giovedì 09 novembre 2017 ore 18:24

"Adesso serve una svolta amministrativa vera"

Luigi Coppola

L'Udc trae spunto dalle recenti elezioni in Sicilia per avviare un'alternativa politica consistente e alternativa al centrosinistra anche a Piombino

PIOMBINO — L'Udc trae spunto dalle elezioni regionali in Sicilia dove si è schierato un centrodestra unito contro un centrosinistra sfinito dalle tensioni interne per riaccendere il dibattito politico anche a Piombino.

"Oramai anche le tradizionali roccaforti rosse stanno perdendo consenso. - si legge in una nota a firma di Luigi Coppola segretario provinciale Udc e Massimo Aurioso coordinatore Udc in Val di Cornia - E' opportuno che si apra una discussione anche su Piombino, soprattutto dopo le vicissitudini che ne hanno profondamente compromesso tutto il sistema economico e sociale. Purtroppo le amministrazioni piombinesi degli ultimi anni hanno perseguito progetti irrealizzabili, credendo e facendo credere che la politica potesse mettere una pezza a tutto: ovviamente così non è stato. Ultimo atto la vicenda industriale, che ha messo a nudo l'incapacità di un sistema intero, ancorato a metodi e visioni del secolo scorso superate da tempo". 

"Un fallimento generale che ha nomi e cognomi. - hanno aggiunto - I responsabili difficilmente rinunceranno al potere autoreferenziale e consociativo che ha caratterizzato il loro impegno politico, nonostante fortemente compromesso e ridotto ai minimi termini. Serve una svolta amministrativa vera, con un profilo nuovo, civico e liberale, attingendo a quelle risorse della società civile libere ed indipendenti dai sistemi locali consolidati, che da sempre sono vicine all'area moderata e di centrodestra". 

Un discorso che prima o poi dovrà interessate la città di Piombino, dal momento fra meno di due anni ci saranno le elezioni amministrative.

"Deve essere messa in campo una proposta qualificata ed alternativa che porti ad un cambiamento radicale questo territorio, tirandolo fuori dalla palude in cui è stato lentamente condotto. Mai come oggi potrebbero esserci le condizioni perche dopo 70 anni di monolitismo politico ciò avvenga. Noi nel nostro piccolo siamo pronti a dare un contributo. Nelle amministrative prossime potrebbe profilarsi concretamente l'ipotesi di un ballotaggio con l'eventualità di aprire scenari fino a qualche anno fa impensabili".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cultura